Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Monica Gibillini
Non va giù al consigliere comunale Monica Gibillini (Bareggio 2013) che in municipio si rimangino le deliberazioni all’unanimità del consiglio comunale. “Lo scorso novembre -afferma Gibillini – in occasione della discussione in consiglio comunale di una corposa variazione di bilancio, superiore a 1,5 milioni di euro la Lega propose un emendamento per destinare 8.800 euro per dotare gli Amici del Parco di un automezzo ‘tipo Ape car’ utile all’attività di mantenimento del decoro del Parco Arcadia. L’emendamento fu votato a favore da tutto il consiglio comunale. Tuttavia, successivamente la giunta comunale ha cambiato, almeno in parte, la decisione assunta dal consiglio comunale, senza averne l’autorizzazione. Il 10 dicembre la giunta dispone, infatti, che il veicolo è da ritenersi utile anche per assicurare all’ente la disponibilità, senza termine, di un mezzo di trasporto per la movimentazione di materiali necessari all’organizzazione di grandi eventi nonché di eventi/manifestazioni di natura culturale/sportiva etc. che si svolgono sul territorio comunale”.
Non è finita qui. “Il 20 dicembre -continua Gibillini– viene acquistato un autocarro porter Piaggio per 18.650 euro. L’automezzo è stato di recente dato in comodato dal Comune all’associazione che si occupa del Parco Arcadia fino al 31 dicembre – per via della durata annuale della convenzione tra il Comune e l’associazione – con la condizione che se il Comune ne ha necessità per gli eventi, con un preavviso di 5 giorni di calendario, può chiederlo all’associazione che deve restituirlo. Il consiglio comunale ha, però votato un’altra cosa: l’acquisto per 8.800 euro di un mezzo a uso esclusivo dell’associazione che cura il Parco Arcadia”. Gibillini trova singolare che si siano cambiate le carte in tavola  trattandosi fra l’altro di un emendamento proposto dalla Lega e votato da tutti i consiglieri di maggioranza, oltre che dalle minoranze. “Si vede -puntualizza Gibillini– che la giunta si ‘sente stretta’ a dover eseguire le decisioni del consiglio comunale, così come si è ben percepito il mese scorso nella spiegazione data dall’assessore alle finanze e dal sindaco sui motivi per cui è stata eliminata la procedura che permette ai consiglieri (compresi quelli di maggioranza) di presentare proposte sulle variazioni di bilancio. Che piaccia o meno -conclude Gibillini– il bilancio annuale e le sue variazioni sono un atto fondamentale del consiglio, la giunta è un organo che collabora con il sindaco nell’attuazione di quanto decide il consiglio, tanto più su una spesa per investimenti quale è l’acquisto di un automezzo. Insomma le risorse dei cittadini sono tutte in mano alla giunta, nel bene e nel male, ma la vigilanza ai consiglieri rimane”.

Lascia un commento