Latest News
Latest News

L’ex sindaco Alfredo Celeste non ha gradito le ultime estemporanee esternazioni del sindaco Angelo Cipriani in merito alle opere realizzate nel corso del suo mandato. E in questa nota che ricevo e pubblico rinfresca per così dire la memoria del primo cittadino. Quando la frustrazione impotente prende il posto della ragione è un rosario di penose non verità. Sì, questa è la sintesi che ci ispira il nostro solito Cipriani che nell’impropria veste di sindaco, afflitto dai suoi insuccessi e non competenze, denigra continuamente il lavoro delle precedenti amministrazioni (e in particolare quella dell’ex Pdl-Lega/giunta Celeste) mentendo spudoratamente anche davanti a documenti e dati oggettivi. In particolare, l’ultima esternazione del primo cittadino, è sul tema degli interventi effettuati dall’amministrazione Celeste nelle scuole: mette in discussione i dati precisi di un documento della ragioneria che riporta, ricavandolo dai bilanci consuntivi degli anni precedenti, tutti gli impegni e le spese effettuate dal 2009 al 2012 a favore delle scuole sedrianesi (non vi sono riportati i lavori, pur effettuati, del 2013), per circa 2.000.000 di euro complessivi (!).
Tenta di minimizzare con una faccia tosta incredibile, tutto ciò che è stato realizzato e compiuto o approvato precedentemente a favore delle strutture scolastiche (sostituzione caldaia scuola media, tinteggiatura aule, nuovo e moderno impianto antincendio scuola elementare “L. Fagnani”, messa in sicurezza scuole, adeguamento impianto elettrico, arredi per nuove aule, implementazione e arredo del laboratorio d’informatica, completamento nuovo ampliamento asilo nido per circa 642.000 euro, nuova rampa d’accesso e camino elementare Roveda, partecipazione al IV Conto Energia per l’installazione di impianti fotovoltaici sugli edifici scolastici (deliberazione di C.C. nr 39 del 20/09/2012, lavori non completati per le note vicende), e altro ancora), utilizzando argomenti strampalati e continue sparate verbali, solo propagandistiche, frutto di bruciante frustrazione, spia evidente del suo lavoro o meglio del suo nulla più assoluto. E, abbandonando la ragione, di tanto in tanto, rispolvera, non avendo argomenti, lo scioglimento del consiglio comunale, atto compiuto dall’esterno principalmente per scopo politico, lanciando infidamente insinuazioni e allusioni nei confronti degli amministratori precedenti, vittime invece di un’ingiustizia pazzesca ed esenti, ieri come oggi, da ogni censura possibile sia amministrativa che penale. In più tre anni di amministrazione Cipriani abbiamo assistito a continue e mai realizzate promesse, sempre rinviate al prossimo futuro; ostentazioni fasulle di prossimi interventi e poi autocelebrazioni di piccoli interventi o di routine spicciola, spacciati per fantastiche opere pubbliche ( il più recente, scaduto nel ridicolo più assoluto, riguarda la sostituzione dei citofoni all’ingresso del palazzo comunale). Insomma: un patetico e maldestro “gioco delle tre carte”. In pari tempo, invece, la giunta Celeste ha realizzato, visibile per tutti : nuovo eco-centro e nuova piattaforma ecologica, intervento fognario per circa 2.000.000 di euro, area feste unica in tutta la zona (chiusa irresponsabilmente!), nuovo impianto videosorveglianza per 99.960 euro, aree cani con contestuale innovativo “Statuto degli animali”, nuova farmacia alla Roveda, ufficio comunale decentrato Roveda, acquisizione della Villa Colombo a costo zero (poi restituita dagli sciagurati commissari),nuovo campo sportivo sintetico da circa 1.000.000 di euro, nuovo sistema di raccolta rifiuti con differenziata, promuovendo il nostro Comune come “riciclone” (fonte Legambiente: dal 50,3 % del 2009, sotto la soglia di legge, siamo passati nel 2015al 73,2 % di raccolta differenziata e secondo comune nella provincia di Milano con oltre 10.000 abitanti!), nuovo parquet di gioco del palazzetto dello sport, estinzione anticipata e riduzioni muti cassa depositi e prestiti, realizzazione della nuova sede della polizia municipale, eliminazione tassa passo carraio, regolamento per la disciplina delle sale da gioco, tabelloni luminosi di informazione alla cittadinanza, creazione ambulatorio medico specialistico a costo ticket per soli residenti (ortopedia, allergologia, psicologia, pneumologia, gastroenterologia, prestazioni infermieristiche, radarterapia), numerosi interventi presso le scuole di cui sopra e altro ancora. Queste alcune delle opere che già sono a disposizione dei cittadini sedrianesi e a cui Cipriani guarda desolato, sconfitto e con malcelata invidia, immerso purtroppo nella sua gestione fallimentare. Consigliamo vivamente al nostro cittadino “in capo” di evitare continue bugie e, per il bene di Sedriano, di realizzare al più presto almeno qualcosa del suo fantasmagorico programma elettorale, per essere presentabile alle prossime elezioni comunali e allontanare da sé e per la sua gestione, la sempre più probabile etichetta di peggior amministrazione degli ultimi trenta anni, candidata a sprofondare nell’oblio più profondo.

Lascia un commento