Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Sulle nuove edificazioni in via Magenta nell’area prospiciente al cimitero si sono scatenate in queste ultime settimane polemiche e critiche velenose. Certo è che l’amministrazione Cipriani ha sentito l’esigenza di intervenire per precisare dal suo punto di vista la questione. E in questa nota che ricevo e pubblico l’amministrazione comunale dà la sua versione. Questa amministrazione, crede doveroso sottolineare uno stato di fatto: il piano di governo del territorio (Pgt) vigente è stato approvato il 10 ottobre 2015 dalla commissione straordinaria e quindi non da questa amministrazione. Quello che è fondamentale sapere è che l’azione della commissione ha certamente tenuto conto della legge regionale che disciplina il consumo di suolo, tant’è vero che diverse aree edificabili sono state stralciate rispetto al passato e quindi oggi non lo sono più. Riteniamo superfluo evidenziare che la commissione straordinaria era ben lontana dalle dinamiche politiche e/o logiche di partito, e pertanto questa amministrazione ha ritenuto da subito che il piano fosse stato redatto, fra l’altro, anche nel rispetto assoluto e asettico della già citata legge regionale sul consumo di suolo.

Le aree in cui i proprietari potranno edificare, sono il risultato di attente valutazioni tecniche che hanno coinvolto tutti gli enti, anche quelli sovra ordinati come la Città Metropolitana di Milano. A questa amministrazione non è rimasto altro che far attuare quanto già dai commissari appena approvato, sempre con l’unico interesse di tutelare la collettività e quindi l’interesse pubblico, cercando sempre di trarre il massimo vantaggio per la collettività sedrianese! Infatti, per quanto riguarda l’intervento denominato ATU 5 (via Magenta), sarà realizzata una nuova rotonda su via Magenta incrocio con via Papa Giovanni ed un conseguente prolungamento che sfocerà sulla Statale 11 e che alleggerirà il traffico delle vie Magenta, Fagnani e San Massimo ed inoltre aiuterà a sgravare anche il semaforo di via Garibaldi; saranno previsti inoltre molte aree destinate a parcheggi, oltre 2.000 mq. Ovviamente non abbiamo perso di vista l’aspetto ambientale, infatti l’intervento si caratterizza nel suo complesso per l’alta compatibilità paesaggistica ed ambientale, non rappresentando certo un mero intervento di espansione residenziale, ma al contrario un intervento in cui la componente “verde” e il sistema degli spazi aperti e pubblici è l’elemento centrale dal momento che ci saranno 30.000 mq di aree destinate a verde pubblico. Per quanto riguarda invece l’area industriale ex Borletti, l’intervento prevederà la realizzazione di un centro residenziale, che andrà a sostituire, su area già edificata quindi senza consumo di suolo, l’attuale edificazione che versa in grande degrado. E’ importante sapere che, verso viale Europa sarà previsto, a tutela del corridoio ecologico, una fascia di mitigazione verde, che conterrà anche un passaggio ciclo/pedonale, perché questa amministrazione è fermamente convinta che una pista ciclo/pedonale che faccia il giro di tutto il paese sia un’opera utile a tanti cittadini, e se anche non fosse completata durante il proprio mandato, chi arriverà in futuro, avrà strutturalmente la possibilità di portarla a termine… e questo rappresenta l’ennesima discontinuità con il passato.

Lascia un commento