Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Monica Gibillini

Non sembra una fatica insormontabile integrare l’informativa che annualmente il Comune invia ai cittadini sulle tasse da pagare (Tasi, Imu e Tari) con la scritta ravvedimento operoso. Ma in municipio per non darla evidentemente vinta alla consigliera comunale Monica Gibillini (Bareggio 2013) non hanno esitato a bocciare la mozione  con cui chiedeva di integrare l’informativa che viene recapitata ai contribuenti con notizie sul ravvedimento operoso. La maggioranza (Pd, Io Amo Bareggio e Gruppo misto costituito da Roberto Galli e Maria Teresa Baroni) ha votato contro l’utile proposta con la giustificazione che sarebbero state postate informazioni sul tema nel sito comunale. Un voto contrario -tuona Gibillini–  al buon senso.
Non costa nulla scrivere qualche riga in più, su una comunicazione cartacea che viene già inviata a tutti i contribuenti, per segnalare che tramite il ravvedimento il cittadino, che ha omesso o tardato un pagamento, può appunto ravvedersi e pagare una sanzione ben inferiore a quella che subirebbe se la violazione fosse accertata dal Comune. Per il dettaglio delle modalità con cui accedere al ravvedimento l’informazione scritta avrebbe potuto rinviare al sito comunale o all’ufficio preposto. In ogni caso, un risultato è stato raggiunto -chiosa Gibillini– considerato che a oggi sul sito del Comune nulla si legge riguardo al ravvedimento operoso a differenza di altri Comuni. Tuttavia la posizione della maggioranza non tiene conto del fatto che non tutti i contribuenti potrebbero avere accesso alle notizie pubblicate su Internet”.

Lascia un commento