Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Per 4 anni in materia urbanistica la giunta Lonati ha viaggiato con la velocità della tartaruga e ora chissà per quale misteriosa ragione sembra voler innestare la marcia. Paradossi della politica, ma tant’è. Infatti gli uffici comunali sono impegnati a istruire nuovi piani attuativi, dopo quello tra le vie Santo Stefano e San Protaso a San Martino. Tuttavia in municipio da quel che si sa si stanno occupando dell’area Sapla e, a quanto pare, in variante al Pgt, che prevede solo parzialmente una destinazione residenziale dell’area, mantenendo su una parte della stessa la destinazione produttiva. L’operazione ha attirato l’attenzione della lista Bareggio 2013, che è sensibile su questi tempi.

“Dell’area Sapla -attacca la consigliera Monica Gibillini di Baregio 2013- si parla fin dall’inizio del mandato di Lonati, che prima di essere eletto primo cittadino affermava che l’area doveva avere anche una destinazione commerciale, successivamente alla sua elezione ha lasciato intendere diversamente, anche se nulla si sa dei contenuti dei diversi incontri che il sindaco ha avuto con proprietari e operatore economico interessato. C’é solo da augurarsi -continua Gibillini– di non avere un altro pessimo esempio di politica urbanistica, simile a quelli della giunta Restelli che nel ‘periodo d’oro dell’edilizia’ non ha mai saputo realizzare opere pubbliche significative con gli importanti incassi degli interventi urbanistici. Basti pensare alla terribile esperienza del centro sportivo Facchetti di S. Martino, costato il sacrificio dei parcheggi in via I maggio poi rimediato dalla giunta Gibillini. Lonati e i suoi alleati si accontenteranno dunque di produrre qualcosa in vista delle elezioni comunali del prossimo anno -conclude Gibillini– o punteranno a un risultato di qualità, cercando di portare a casa qualche opera di cui il paese ha necessità e che finora non sono riusciti nemmeno a progettare?”.

Lascia un commento