Latest News
Latest News

Il gruppo “Bareggio bene comune” non si ferma e chiede ancora l’intervento del Prefetto per avere quel che al momento gli è stato negato. Sì, il Comune, nonostante che siano trascorsi i termini canonici, non ha rilasciato all’organizzazione civica la documentazione riguardante il progetto e gli annessi documenti sulle strade cittadine, che pure è obbligato a consegnare. E il gruppo non ha perso tempo a passare all’azione. Certo è che la neonata formazione civica in poche settimane ha fatto di gran lunga di più delle opposizioni presenti in consiglio comunale. Un autentico ciclone che di questo passo minaccia di    scombinare lo scenario politico-amministrativo e lo stesso appuntamento elettorale della prossima primavera. E in questa nota che ricevo e pubblico dà conto della sua iniziativa. L’amministrazione Colombo non rilascia la documentazione che per legge è obbligata a consegnare. Per questa grave inerzia si chiede ancora l’intervento della Prefettura di Milano, così come si è dovuto fare pochi giorni fa per far eseguire con urgenza strisce e attraversamenti pedonali su viale Morandi. Oggi, domenica 20 novembre, Enrico Montani, trascorso ormai più di un mese senza alcun riscontro dalla richiesta di accesso agli atti inoltrata al Comune di Bareggio per ottenere copia della documentazione inerente alla progettazione e esecuzione dei lavori di asfaltatura che si stanno eseguendo su diverse via comunali, ha dovuto chiedere l’intervento della Prefettura di Milano e del segretario generale del Comune. Questo l’elenco della documentazione richiesta nell’interesse dell’intera comunità bareggese:

 –   progetto esecutivo;

–    piano di sicurezza e coordinamento;

–    capitolato lavori e computo metrico estimativo;

–    documentazione inerente alla aggiudicazione dei lavori;

–    eventuale rinuncia del vincitore della gara d’appalto;

–    nomina ditta aggiudicataria e contratto d’appalto;

–   verifica tecnico professionale e contributiva della ditta aggiudicataria;

–    incarico di direzione lavori e relativo contratto;

–    incarichi per il coordinamento per la sicurezza e relativi contratti;

–   verbali di sopralluogo in cantiere di controllo e verifica dei lavori e per la sicurezza;

–    contabilità lavori.

Quella di Enrico Montani è una richiesta di intervento sostitutivo per ottenere il rilascio di copia di documenti che l’amministrazione comunale ha l’obbligo di consegnare. È anche una segnalazione di ingiustificato ritardo. L’inerzia e il silenzio dell’amministrazione Colombo sono ingiustificati e parecchi sono i dubbi che questo comportamento alimenta. Si attende ora l’intervento della Prefettura per avere tutta la documentazione richiesta. In pochi giorni si è dovuto ricorrere alla Prefettura perché si rispetti la legge. Quello del sindaco Linda Colombo è un comportamento vergognoso.

Lascia un commento