Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Dove è finito il motto dei grillini che quando non era nella stanza dei bottoni gridava legalità, trasparenza e onestà? A chiederselo è la Lega sulla scia della vicenda in cui il vicesindaco Davide Rossi è finito nell’occhio del ciclone per l’uso improprio del pass disabili. Ma il Carroccio vuole attenersi ai fatti e in questa nota che ricevo e pubblico spiega la sua posizione.  Venerdì 26 aprile sono usciti i giornali riportando la notizia che il vicesindaco Davide Rossi ha usato, in più occasioni, il pass disabili del papà – defunto da un anno – per non pagare il pedaggio giornaliero sulle strisce blu nei pressi di una metropolitana milanese. Il vicesindaco si giustifica dicendo di essersi confuso con il pass della mamma anch’ella disabile e di aver casualmente usato il pass del padre, custodito ancora come ricordo affettivo, in macchina (dopo un anno?) senza sapere che lo stesso, per legge, debba essere restituito. Nei giornali, vediamo pubblicate foto risalenti ad ottobre 2018 ed ad aprile 2019.
Ma è successo solo in queste due date nell’arco di un anno? Ci chiediamo… il disabile era a bordo in quelle date? Perché il vicesindaco non produce i documenti che possano testimoniare che almeno venerdì 19 aprile 2019 fosse a Milano ad accompagnare la mamma disabile in qualche ospedale anziché essere lui stesso presente sul posto di lavoro? (come scritto da fonti giornalistiche) Risposta del vicesindaco Davide Rossi: silenzio assoluto! O meglio pubblica la ricevuta di una multa che c’entra poco con la faccenda in oggetto. Ma come, un garantista della legalità ed onestà non risponde a una cosi grave accusa? E neanche il sindaco – abituato a pubblicare post irrisori su citofoni, piante potate o serate tra amici – sente di dover dare una spiegazione ai suoi cittadini? Intanto il resto della giunta che fa? Paradossalmente la giunta accusa l’autore delle foto che ha svelato il grave episodio. Complimenti al vice, complimenti al sindaco (anche maresciallo della Finanza) e complimenti alla giunta grillina… Complimenti per la mancanza di coerenza! Il vicesindaco non può dimettersi, come sarebbe suo dovere morale e civile e nessuno dei suoi può chiedere le sue dimissioni perché se così fosse, la giunta, andrebbe a casa! E’ molto triste vedere un paese in mano a tanta incoerenza! E’ molto triste vedere che le regole cambiano a seconda del giocatore.

Lascia un commento