Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Ivan Andrucci
L’ex assessore Ivan Andrucci non ci sta che in municipio abbiano preso con troppa disinvoltura l’obbligo di ottemperare alle misure di sicurezza degli edifici pubblici. E in questa nota che ricevo e pubblico l’ex assessore ai lavori pubblici punta il dito contro l’amministrazione Colombo che, a suo giudizio, non si è attivata, nonostante la disponibilità di risorse, per mettere a norma le strutture. Già da ottobre 2018, il sottoscritto e il gruppo consigliare del Partito democratico sia a livello mediatico (social, giornali locali, ecc.) che nelle sedi di consiglio comunale, attraverso mozioni specifiche ed emendamenti al bilancio 2019, ha sollecitato ripetutamente il sindaco Linda Colombo per dare priorità massima al rispetto delle normative di sicurezza degli edifici scolastici e dei centri sportivi, come gli adeguamenti CPI, antisismici e di idoneità statica, secondo un naturale proseguimento di quanto già iniziato dall’ex amministrazione Lonati, invitandola a impegnare delle risorse a riguardo. Questo non è avvenuto, nonostante la possibilità di spesa di quasi 2 milioni di euro che hanno avuto con lo sblocco dell’avanzo di bilancio, oltre che alla successiva approvazione del bilancio 2019.

Nel consiglio comunale del 28 gennaio 2019, in seguito ad una interrogazione presentata dal gruppo consigliare Pd riguardo l’importante centro sportivo “Facchetti” di via Montegrappa, abbiamo evidenziato che sulla base di una specifica richiesta pervenuta all’ente da parte del Prefetto, era d’obbligo per l’amministrazione fare le opportune verifiche e realizzare i successivi adeguamenti strutturali, per poi trasmetterli sotto forma di un aggiornato certificato di idoneità statica dell’impianto, alla commissione di vigilanza entro la scadenza del decimo anno rispetto la data con la quale venne certificato staticamente l’intero impianto sportivo che risale ben appunto all’anno 2008. Il sindaco Colombo ha risposto all’Interrogazione in consiglio comunale dicendo che appena dopo Natale 2018 è stato dato un incarico professionale per dar seguito alle verifiche dell’impianto sportivo che non sono si sono ancora concluse, ed io aggiungo che ad esse seguiranno molto probabilmente anche degli adeguamenti strutturali in considerazione della normativa che è cambiata rispetto a 10 anni fa. Questo vuol dire che l’amministrazione Colombo ha commesso una grave inadempienza, poiché non ha inviato al Prefetto come da richiesta dello stesso, il certificato di collaudo statico entro l’anno 2018, oltrepassando così il decimo anno dalla scadenza (2008-2018), e di fatto ad oggi il centro sportivo non essendo dotato di idoneità statica, potrebbe essere considerato inagibile nel rispetto delle normativa vigente. Il sindaco Colombo e l’amministrazione leghista in sostanza è come se vagassero bellamente tutti insieme su autobus con la revisione scaduta, e pensano di poter continuare a circolare perché hanno preso un appuntamento tra 1-2 mesi con l’officina per rinnovarla.

Lascia un commento