Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Questo lunedì ha preso il via il nuovo campus organizzato dal Comune per le scuole primarie. Ma alla Lega nord non è andato giù il rincaro delle tariffe. E se la prende con l’amministrazione comunale che, a suo giudizio, ha allestito un servizio più per soddisfare il suo narcisismo che altro. “Ci auguriamo che i nostri ragazzi -afferma ironica la Lega– si divertano moltissimo e che il servizio fornito sia strepitoso in modo da riuscire a giustificare il sostanziale aumento di prezzi. Facciamo l’esempio della famiglia tipo con due figli con entrambi i genitori lavoratori e che hanno bisogno del pre e del post centro. Ebbene questa famiglia spenderà circa 702 euro mensili per entrambi i figli (sono previsti sconti) escluse le gite più importanti. Un costo decisamente dispendioso”.
Insomma costi in più, a suo giudizio, per le malcapitate famiglie. “Occorre forse sperare nell’oratorio -continua la Lega– dove le tariffe sono decisamente inferiori (forse era questo lo scopo?) o nei nonni, da sempre, grandissimo aiuto per le famiglie. Al centro estivo ci si è sempre divertiti tantissimo pagando rette ragionevoli e non si comprende la necessità di un campus da fuochi d’artificio che svuota le tasche dei cittadini, ma che sicuramente appaga la voglia di brillare della giunta pentastellata, sempre, a spese di altri”.

Lascia un commento