Latest News
Latest News
Ezio Manini

Sull’albo pretorio non c’è traccia di deleghe assegnate al consigliere comunale Ezio Manini, ma nel comunicato di Insieme per Vittuone si danno invece per attribuite. Un autentico giallo, perché non risulta, almeno a livello ufficiale, che il sindaco Stefano Zancanaro abbia firmato il decreto. Una svista? Un auspicio? Un malinteso dovuto a una promessa sinora non mantenuta? Una forzatura per spingere il primo cittadino a firmare il decreto?  Oppure secretate in attesa di ufficializzarle? Chissà… Certo che per la lista Insieme per Vittuone il consigliere Manini è al lavoro per occuparsi di ambiente e cura del verde. Tuttavia da quel che è trapelato il sindaco era sì sul punto di firmare il decreto, ma davanti al dissenso interno che stava montando si è (si sarebbe) convinto di “congelare” in corsa l’operazione.
Infatti i consiglieri Livio Fagnani e Alberto Camerati giovedì scorso pomeriggio erano pronti a protocollare le dimissioni dalle rispettive cariche istituzionali e di conseguenza aprire una vera e propria crisi politica, anche se non numericamente. Il sindaco, che in tutta questa vicenda è parso agli occhi di tanti “un vaso di terracotta in mezzo a vasi di ferro”, comprendendo che i due consiglieri stavano facendo sul serio, si è (sarebbe) risolto di bloccare tutto per riportare la pace. In effetti le dimissioni non risulta che siano avvenute, ma per contro le deleghe a Manini sono avvolte in un fitto mistero. La curiosità è che il comunicato è successivo alla (presunta) decisione di Zancanaro di soprassedere alla nomina. Il che tinge la vicenda ancor più di colori giallognoli e non promette nulla di buono. Anzi potrebbe spingere Fagnani e Camerati a fare qualche sortita. Un rischio che Zancanaro vuole  davvero correre, dopo averlo sventato in extremis?

Lascia un commento