Latest News
Latest News

Quello che in tanti prevedevano si è avverato. Sì, il Comune nella vertenza per l’area feste è uscito soccombente su tutta la linea. Del resto non avendo voluto chiudere il contenzioso bonariamente si è esposto al rischio della condanna, che è arrivata. Certo è che  il 6 febbraio scorso la settima sezione del Tribunale di Milano ha respinto tutte le domande del Comune e l’ha condannato a liquidare all’impresa Coruzzi Costruzioni Srl, all’ingegner Angelo Munari e al collaudatore architetto Angelo Claudio Massetti oltre 400.000 euro. La causa avviata dalla commissione straordinaria, che alla luce del verdetto si è rivelata quantomeno azzardata,   e poi continuata per non essere da meno dall’attuale amministrazione Cipriani si è risolta in una debacle per le casse municipali. Se poi si consideri che resta da definire ancora il lotto B il rischio di un’ulteriore esposizione è tutt’altro che trascurabile. Non è tutto. La sentenza ha pure offerto all’ex sindaco Alfredo Celeste l’assist che attendeva per chiedere alla Corte dei Conti di valutare se la gestione  della faccenda non abbia causato danni erariali all’ente. Una brutta storia  che, a parte il danno d’immagine, infligge un duro colpo alle finanze comunali e come se non bastasse bisogna investire altri quattrini per restituire l’area feste al pubblico uso essendosi nel frattempo degradata per l’abbandono dovuto all’interdizione. 
Il non plus ultra, ma tant’è. Comunque sia Tribunale ha condannato il Comune di Sedriano a pagare a Coruzzi Costruzioni Srl la somma di 76.313 euro oltre Iva e interessi dal 9 gennaio 2013 sino all’effettivo pagamento e un’ulteriore somma di 201.004 euro oltre Iva e interessi  dalla data di deposito della presente sentenza e sino all’effettivo pagamento, nonché a liquidare ad Angelo Claudio Massetti la somma di 1.326,34 euro oltre interessi al tasso dal 16 dicembre 2013 e sino all’effettivo pagamento. Inoltre ha posto definitivamente a carico del Comune le spese della Ctu. Non è finita qui. Ha pure condannato il Comune alla rifusione delle spese di lite in favore di Coruzzi Costruzioni Srl  per 1.686 euro per spese esenti ed  18.413 euro per compensi professionali, oltre rimborso forfetario spese generali al 15%, oltre Iva se e in quanto dovuta e Cpa come per legge, nonché in favore di Angelo Munari, che si liquidano in  11.810 euro per compensi professionali, oltre rimborso forfetario spese generali al 15%, oltre IVA se e in quanto dovuta e Cpa come per legge e in favore di Angelo Claudio Massetti che si liquidano in 11.810 euro per compensi professionali, oltre rimborso forfetario spese generali al 15%, oltre Iva se e in quanto dovuta e Cpa come per legge. Infine ha condannato la società Coruzzi Costruzioni Srl alla rifusione delle spese di lite in favore di Angelo Munari, che si liquidano in 18.413 euro per compensi professionali, oltre rimborso forfetario spese generali al 15%, oltre Iva se e in quanto dovuta e Cpa come per legge

Lascia un commento