Latest News
Latest News
Maichol Bergamschi
Non ci sta l’assessore Maikol Bergamaschi alle pesanti accuse del Partito democratico e sulla scorta della registrazione della seduta consiliare in cui si è parlato della farmacia comunale “smonta” le contestazioni. Intanto ribatte che non è vero che la farmacia abbia chiuso i bilanci in perdita per tre anni: nel 2014 il rosso è stato di 93.000 euro, nel 2015 è stato sfiorato il pareggio di esercizio, nel 2016 è stata innestata la quarta, ma la sanzione dei 150.000 euro dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza ha inceppato il ciclo virtuoso che si era aperto. Tuttavia è bene che il  Pd -osserva Bergamaschi– si ricordi che quasi 100.000 euro della multa sono riconducibili al 2013 e 2014 quando era alla guida del municipio. Il Pd, a suo giudizio, farebbe meglio a non parlare a ruota libera, ma meditasse. Il che dà agio a Bergamaschi per dire che i nuovi amministratori se non sono dei fenomeni sicuramente sono attenti alla gestione della farmacia e fanno del proprio meglio per far sì che produca utili e assicuri servizi efficienti e puntuali.

Bergamaschi indica i dati a conforto della cura dedicata alla farmacia e che fanno ben sperare per il futuro. La semestrale dell’anno in corso relativa a costi/ricavi rispetto al 2016 è migliorata: è passata da 116.000 euro a 230.000 euro. Numeri, secondo Bergamaschi, che segnalano una crescita virtuosa a dispetto delle strumentalizzazioni del Pd.

Lascia un commento