Latest News
Latest News

Si dice, forse a ragione, che gli organismi burocratico-amministrativi sono piuttosto lenti nell’adempimento di procedure e atti. Ma stavolta, a sorpresa, è accaduto che la commissione straordinaria, espressione massima della macchina statale in un ente locale, si è mossa con inusitata velocità. Sì, perché come ci tiene a far sapere, ha approvato il 30 aprile il bilancio consuntivo 2013 con anticipo rispetto ai termini dettati per quegli enti locali, come Sedriano, che hanno aderito alla sperimentazione contabile. In ogni caso un atto, quello adottato, propedeutivo e determinante per poter approvare il bilancio di previsione 2014.
Certo che la commissione per gli atti che deve per così dire dare conto ad altri enti, come per la misura in questione, innesti la quarta, mentre per quei progetti e interventi che riguardano da vicino la comunità non si è al momento comportata con altrettanta solerzia. Una buona occasione per incominciare sulla scia del provvedimento a operare con tempi rapidi per dare risposte alla cittadinanza. E così il Comune ha chiuso l’esercizio 2013 rispettando il patto di stabilità, anche se in sede di monitoraggio del secondo semestre 2013 il saldo finanziario si era attestato ben oltre al di sotto del saldo da conseguire. La riduzione della spesa corrente, operata nell’ultimo bimestre dell’anno, ha consentito il rispetto del vincolo. Il consuntivo 2013 si è chiuso con un avanzo della gestione di competenza di 419.505,35 euro e con un avanzo di amministrazione pari a 2.659.11 9,74 euro, in buona parte vincolato per spese di investimento.

Lascia un commento