Latest News
Latest News

Se il Movimento 5 Stelle esulta per gli interventi in materia viabilistica e in particolare per via Garibaldi, il gruppo Insieme Miglioriamo Sedriano (IMS) invece è molto critico sul tema. Anzi se la prende pesantemente con la commissione prefettizia che, a suo giudizio, sta brillando per immobilismo. “Sotto al gestione commissariale -accusa IMS– è sotto gli occhi di tutti la sporcizia diffusa dappertutto per via dell’assenza di controlli, l’erbaccia alta presente su tutte le zone e in particolare la segnaletica orizzontale non è adeguata alla misure di tutela della incolumità richieste dal codice della strada”. Per poi aggiungere che  qualcosa sulla tracciatura orizzontale è stato fatto: passaggi pedonali e gli “stop” più evidenti degli  incroci.

“Ma -puntualizza IMS– si è trattato di  poca roba  (poco più di 4.000 euro di spesa) e, pensando di poter ingannare tutti, i nostri bravi commissari, come al solito, hanno deciso di trascurare le linee di mezzeria e longitudinali, parte determinante della sicurezza stradale sedrianese,  con l’aggravante  di aver completamente dimenticato anche la segnaletica verticale  (i pali!),  anch’essa di fondamentale importanza”. IMS offre anche alcuni esempi illuminanti sulla scarsa attenzione riservata alla segnaletica. “Tracce ben visibili e identificabili -precisa- si ritrovano sulla vie Fagnani, Magenta, Papa Giovanni, viale Europa, via Don Minzoni e altre ancora. La sua preoccupazione è che in attesa del solito ‘interverremo quanto prima’ non succeda nulla di irreparabile”. Non è tutto. “Il non plus ultra – continua IMS -è avvenuto all’incrocio delle vie Meda, Mazzini, Papa Giovanni, dove il passaggio pedonale, tracciato giorni prima, è stato coperto dai successivi lavori di asfaltatura eseguiti dal Cap così come nelle vicinanze della chiesa. Soldi buttati via per la mancanza di dialogo tra enti pubblici, che non è un optional in questi casi”.

Lascia un commento