Latest News
Latest News

Anche per il Tribunale di Busto Arsizio, che deve decidere sull’incandidabilità dell’ex sindaco Alfredo Celeste, è troppo prendere decisioni senza disporre della relazione con cui è stato decretato lo scioglimento del consiglio comunale. Infatti, accogliendo la richiesta della difesa, ha deliberato di chiedere al Ministero dell’Interno la relazione e aggiornare la nuova udienza al prossimo 14 maggio. E così, dopo il Tar del Lazio e il Tribunale di Milano, anche quello di Busto Arsizio ha trovato opportuno e necessario che la relazione sia a disposizione per poter pronunciare il verdetto. Insomma se Ministero, Prefettura e Avvocatura dello Stato (che ha richiesto l’incandidabilità) trovano che basti una sintesi per decidere la sorte dell’interessato nelle aule di tribunale, non dello stesso avviso sono gli organi preposti a giudicare. Ministero e Prefettura si adegueranno o negheranno la richiesta? Se  la relazione non sarà rilasciata che decisioni prenderà il giudice?

Lascia un commento