Latest News
Latest News
La commissione prefettizia è stata chiamata per “bonificare” il municipio da condizionamenti e infiltrazioni non proprio da galantuomini, ma non è un’operazione indolore per l’erario pubblico. Certo i commissari svolgono un lavoro e vanno pagati, ma forse nel nostro Belpaese il numero dei Comuni sciolto è così cresciuto negli ultimi tempi che fare il commissario prefettizio è diventato una vera e propria professione, e ben remunerata. Sì, perché, stando a una circolare ministeriale, a seconda del numero degli abitanti dell’ente commissariato, viene determinata l’indennità che può arrivare sino a 7.000 e passa euro mensili. Forse a Roma dovrebbero incominciare a ripensare il sistema del governo degli enti locali sciolti se non altro in rispetto alla spending review.

Ma in un Paese in cui burocrazia, incrostazioni e consuetudini prevalgono a dispetto di tutto e di tutti è solo una pia illusioni. Valga per tutti il caso di Verbania, dove il commissario prefettizio in agosto si è visto assegnare 6.360 euro mensili più il rimborso delle spese sostenute. Non meno illuminante è l’esempio dei prefetti. Sì, mentre  il governo si appresta a tagliare 24mila dipendenti pubblici pubblica un bando di concorso per 30 posti per “l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia” quando le prefetture sono tutte coperte. Certo a Sedriano che è un piccolo municipio i costi non sono stratosferici, ma superiori a quelli della giunta defenestrata che era costituita da 7 componenti con il sindaco. 

Ecco quelli relativi al mese di novembre: 
Adriana Sabato (affari generali, lavori pubblici (già patrimonio) e istruzione/cultura) 3.098,74 lordi a cui si aggiungono 594,90 euro per rimborsi, viaggi  e missioni; Stefano Simeone (sicurezza, solidarietà sociale e territorio) 3.098,74 lordi a cui si assommano altri 517 euro per rimborsi, viaggi  e missioni;  Rosario Nunzio Guercio (finanziaria/risorse, commercio/sport/tempo libero) 3.098,74 lordi a cui si aggiungono 119,68 euro per rimborsi, viaggi  e missioni. L’indennità complessiva ammonta in 9.296,22 euro, mentre il totale di rimborsi, viaggi e missioni è pari in 1.231,68 euro.         

Lascia un commento