Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Cambia la geografia politica della maggioranza Pdl-Lega nord. Gli assessori Dario Ceniti e Renato Laviani hanno lasciato il Pdl per aderire a Fratelli d’Italia così come il presidente del consiglio comunale Paolo Colombo
Una scelta attesa per la loro originaria appartenenza: tutt’e tre infatti militavano nelle file di An prima della confluenza nel Pdl e con la decisione di adesso sono ritornati nella casa madre. 
Nel Pdl non si sono mai sentiti a proprio agio e l’adesione alla nuova formazione più che inevitabile. Una decisione che ridisegna anzitutto la composizione della giunta, che a questo punto, salvo che il sindaco Luciano Bassani non decida di ritiragli la delega con tutte le implicanze politiche della presa di posizione, è cresciuta nella rappresentanza. 

L’eventualità di mandarli via sulla carta è possibile, ma di fatto impraticabile per l’inopportunità e soprattutto scarsamente luingimirante in vista delle elezioni amministrative del 2014. Perdere un alleato senza nessuna contropartita sarebbe un suicidio annunciato. Anzi è possibile che il terzetto non avendo equilibri partitici interni da rispettare che pungoli Bassani a dare una nuova rotta alla giunta e uscire dall’immobilismo in cui galleggia da tempo.
La curiosità che Fratelli d’Italia ben rappresentata in giunta non lo è in consiglio comunale a meno che qualche esponente del Pdl non vi aderisca. Certo il presidente del civico consesso, pur consigliere comunale a tutti gli effetti, è un esponente di Fratelli d’Italia, ma per il ruolo che ricopre resta super partes e non può costituire il gruppo.

Lascia un commento