Latest News
Latest News
Il Partito democratico non ci sta che a tre anni dall’insediamento della giunta Pdl-Lega nord, le aziende municipali vivacchino e chiede un nuovo corso per rilanciare l’importante patrimonio. Anzitutto trova che la presidente e i componenti di maggioranza del CdA dell’azienda farmacia “invece di presentare piani credibili operano nella costante ritualità considerando le farmacie solo come negozi commerciali, peraltro con prospettive senza investimenti”.

Non solo. “La presidente si fa coinvolgere in preoccupanti conflitti sindacali che hanno portato alle dimissioni di un dipendente.  Un clima pessimo e teso che, peraltro, crea un grave danno d’immagine all’attività”. Troppo, a suo giudizio, per passarci sopra, visto che sono stati capaci di “alterare la condivisione strategica e l’armonia gestionale, oltre a dimostrare di non essere all’altezza del compito a essi affidato dal consiglio comunale”. 
Abbastanza per invitarli a farsi da parte in modo da riprendere “il cammino di servizio e la valorizzazione aziendale”. Per il Pd anche l’Acsa non è da meno, nonostante che il tempo stringa per rivedere l’assetto gestionale. 
Infatti ha tempo sino al 31 maggio dovrà presentare alla Regione il progetto associativo di sub ambito in quanto entro il 31 dicembre cesseranno gli affidamenti in house e la società si troverà in dismissione. Ebbene, secondo il Pd, in questa situazione l’assessore Renato Laviani diserta il consiglio comunale quando si parla di Acsa e si gongola sui giornali per un premio minore dell’amica Provincia. Ma quel che è peggio non dà risposte sulle strategie aziendali e scarica gli oneri sulle famiglie. E come se non bastasse l’assessore alle partecipate Rosalba Locati è in preoccupante silenzio.
 La situazione è molto grave, ma, secondo il Pd, si sta facendo nulla per recuperare i ritardi e ridare all’azienda il ruolo che merita. “Acsa -denuncia il Pd– rappresenta un patrimonio che non si deve svendere e non vorremmo che un’azienda storica del territorio, dopo tre anni di amministrazione Lega-Pdl, finisse i suoi giorni nel peggiore dei modi e che per i cittadini ci fossero solo risvolti negativi e dannosi”.

Lascia un commento