Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Non se l’aspettava neppure lui che sarebbe stato espulso senza che fosse prima sentito dagli organi federali del partito, ma è andata diversamente. 
Infatti Adelio Pivetta, vicesindaco in carica, è stato cacciato dalla Lega nord senza che gli sia stata data la possibilità di chiarire e spiegare le ragioni per le quali non si era uniformato al diktat del partito di lasciare il 26 settembre  scorso la giunta come avevano fatto i suoi due colleghi, Roberto Franchetti ed Helga Giordano
Il partito allora non condividendo le decisioni in merito all’operazione Villa Colombo ha ordianto agli assessori leghisti di dimettersi. Pivetta ha resisto all’imposizione con il risultato di farsi oggi cacciare. 
Tuttavia l’espulsione è per certi versi anomala, poiché secondo lo statuto leghista per gli iscritti con oltre 10 anni di militanza l’espulsione passa dagli organi nazionali previo l’audizione dell’interessato. 
Nella circostanza il passaggio è stato completamente saltato, pur essendo Pivetta un militante di vecchia data. 
Ma il Carroccio evidentemente ha voluto fare un’azione di forza per dimostrare che le insubordinazioni vengono punite implacabilmente.  Nessuno può cavarsela a buon mercato se non si rifugia sotto le ali del partito-padrone. Del resto se non fosse andata così avrebbero perso la faccia i dirigenti che avevano promesso l’estromissione di Pivetta all’indomani della sua affermata volontà di non lasciare la giunta. 
Pivetta, che da subito aveva detto che “avrebbe continuato a portare il fazzoletto verde”, sembra orientato a fare ricorso. La sua esclusione dalla Lega nord non è comunque destinata a incidere sul suo ruolo di amministratore e continuerà quindi a mantenere la carica di vicesindaco.
3 thoughts on “SEDRIANO Pivetta espulso dalla Lega nord senza che abbia potuto spiegarsi”
  1. Ma che cos'è
    quel nodo in gola che mi assale
    che cos'è
    Sei qui con me
    e questa assurda solitudine perché

    Ma che cos'è
    se per gli aironi Il volo è sempre libertà
    Perché per noi
    Invece c'è qualcosa dentro che non va

    che non va

    Nostalgia, nostalgia canaglia
    che ti prende proprio quando non vuoi
    Ti ritrovi con un cuore di paglia
    e un incendio che non spegni mai
    Nostalgia, nostalgia canaglia
    di una strada, di un amico, di un bar
    di un paese che sogna e che sbaglia
    ma se chiedi poi tutto ti da

  2. Lui voleva spiegare, ma ha impiegato un sacco di giorni per tradurre il pivapensiero dal dialetto lombardo all'italiano ! Purtroppo è andato fuori tempo massimo: peccato.

Lascia un commento