Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Domenica 23 ottobre a Settimo Milanese si è svolta la festa di paese. Numerosi i gazebi esposti, tra cui quello di Forza Italia e Lega, che ha svolto una raccolta firme contro lo scellerato provvedimento del Ssndaco Sala riguardo l’attuazione dell’Area B. Sono state raccolte più di 300 firme per dire No all’Area B. Nel prossimo consiglio comunale verrà appunto discussa la mozione presentata dai capigruppo di Forza Italia e Lega. “Sono molto contento -afferma il capogruppo consiliare Ruggero Delvecchio (FI)- di questa raccolta e di come molti cittadini si siano fermati volontariamente a firmare. Provo però anche molto dispiacere per aver ascoltato il grido di dolore di molti cittadini che già vivono un grave disagio economico dovuto prima dalla pandemia, ora con le bollette e ora anche dal sindaco completamente avulso dalla realtà. Si inventa di far cambiare le macchine, addirittura gli Euro 5 diesel. Se invece di stare nei salotti buoni della città” prosegue Delvecchio “il sindaco Sala si fermasse ad ascoltare la gente, non si inventerebbe simili castronerie”. Presente al banchetto anche il capogruppo leghista Luca Bulciaghi. “Il sindaco di Milano Sala -dichiara Bulciaghi– con l’assurdo provvedimento di chiusura totale dell’Area B, conferma ancora una volta di essere il guru di quella torma di discepoli composta dai benpensanti di sinistra: i cosiddetti ‘liberal’ radical-chic e pseudo-ecologisti. Per la gente comune, per coloro che devono sbarcare il lunario per arrivare a fine mese, per coloro che non possono permettersi di cambiare l’automezzo per poter lavorare non c’è posto nelle loro menti. Sala è anche il sindaco di Città Metropolitana ma, evidentemente, di questo incarico non se ne preoccupa: col suo provvedimento scaricherà enormi problemi di traffico sui paesi confinanti con Milano! Facile fare l’ecologista con l’inquinamento degli altri… “Con gli amici di Forza Italia -continua- la Lega ha presentato in consiglio comunale una mozione in cui si chiede alla giunta comunale di fare pressione sul sindaco di Città Metropolitana per sospendere il provvedimento di chiusura dell’Area B e di aprire un confronto coi sindaci dei Comuni limitrofi a Milano. Che il problema sia molto sentito anche dai nostri concittadini lo dimostra il fatto che domenica scorsa durante la Festa di Settimo, al gazebo di Lega e Forza Italia, sono state raccolte centinaia di firme a sostegno della nostra mozione”.

Lascia un commento