Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Giuseppe Pisano
Ci voleva la modifica della viabilità per dare verve al Partito democratico, che era sparito dal dibattito pubblico. E in questa nota del capogruppo dem Giuseppe Pisano dà conto della contrarietà del suo gruppo al progetto dell’amministrazione pentastellata. Alla riunione dei capigruppo consiliari, dove si è discussa la modalità di conduzione del consiglio comunale aperto anche ai cittadini, era presente anche il sindaco. Si è concordato che ogni cittadino avrà tre minuti di tempo per fare un intervento o porre una domanda a sindaco, assessori o consiglieri, la risposta sarà immediata. Esauriti tutti gli interventi si potrà chiedere una eventuale replica. Gli amministratori hanno proposto come data per lo svolgimento del consiglio il 28 maggio! Solo dopo aver fatto notare che non erano i tempi che i cittadini e i consiglieri comunali si aspettavano, il consiglio è stato anticipato al 7 maggio. E’ comunque troppo in là se è vero che i tempi di inizio dei lavori di via De Amics–Mazzini sono quelli maggio-giugno. 

Le motivazioni a sostegno di questi tempi lunghi sono state varie: 
– ci vuole tempo per preparare le slide 
– abbiamo altri impegni 
– abbiamo delle assenze fra i consiglieri di maggioranza. Chiaramente nessuna di queste è la vera motivazione. La mia convinzione è che gli amministratori abbiano bisogno di altro tempo per rivedere il progetto, nonostante che nella presentazione del 7 marzo, Cipriani abbia assicurato che il progetto era completo, che sarebbe stato attuato in tempi rapidi, certi e senza nessuna possibilità di ripensamento. 
Sicuramente il fronte compatto di tutte le forze politiche locali, dei rappresentanti dei commercianti e di altre associazioni, la raccolta di firme, la posizione netta di tanti cittadini che si sono detti contrari al progetto ha ottenuto un primo importante risultato: quello di far slittare i tempi di realizzazione dell’opera e di far sì che gli amministratori comincino a confrontarsi seriamente con i cittadini. A questo risultato ha sicuramente contribuito anche la mia richiesta al responsabile dei lavori pubblici e al comandante della polizia comunale di avere copia: 
 – di tutti i documenti relativi a studi, consulenze, flussi e intensità di traffico, deflusso delle acque piovane (in particolare per le vie Pessina e Bardelli), a supporto e sostenibilità delle scelte effettuate: pista ciclo-pedonale, sensi unici, paletti di protezione delle piste ciclabili, realizzazione del manufatto in mezzo alla carreggiata in via Fagnani, stalli di sosta, eliminazione barriere architettoniche, ecc. di tutti i documenti relativi a studi e analisi relative alla sicurezza/ pericolosità delle suddette strade prima e dopo i lavori in oggetto. 
– dei pareri espressi da voi e/o dai vostri uffici (ufficio tecnico e polizia municipale) a supporto delle conformità e della sicurezza dei suddetti lavori e delle scelte viabilistiche che la nuova viabilità comporta. 
– dei pareri espressi da enti terzi: Provincia, Regione, Comuni limitrofi, Asl, vigili del fuoco, ecc. se previsti dalle leggi vigenti. 
– di tutta la documentazione intercorsa con i gestori delle linee di pullman che transitano per le strade del nostro comune atte ad avvallare o meno le scelte viabilistiche in oggetto. di tutta la documentazione intercorsa con l’ente Poste, per la realizzazione di un parcheggio in un’area che a me risulta essere di loro proprietà. 
– di qualunque altra documentazione in vostro possesso che è stata utilizzata per definire/ avvallare le scelte progettuali e realizzative dei lavori in oggetto. 
Confidiamo che questi documenti che dovevano essere allegati alla delibera di giunta relativa alla nuova viabilità, vengano resi disponibili, ai consiglieri e a tutti i cittadini, nel giro di pochissimi giorni. Così come ci auguriamo che diventi prassi il confronto con la cittadinanza nelle scelte che la riguardano l’intera comunità. L’avere procrastinato i tempi di inizio lavori dimostra che qualcosa sta cambiando, che gli amministratori non sono più sicuri, ammesso che lo siano mai stati, del loro operato e che presto ci potrebbero essere altre novità.

Lascia un commento