Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Simona Tagliani e Ermes Garavaglia
La vita politico-amministrativa è in questo momento un concentrato di umori che basta poco per tracimare. E così succede che il capogruppo leghista Giuseppe Sisti nel culmine della polemica politica si lasci andare in esternazioni sulla Fondazione per leggere che suscitano l’irritazione delle liste civiche Bareggio nel cuore e Gente di Bareggio. Infatti Simona Tagliani (Bareggio nel cuore) non ha gradito le affermazioni di Sisti sul tema di Fondazione per Leggere e replica piccata. “Avendo letto le perseveranti insinuazioni e confusioni del capogruppo Sisti -puntualizza Tagliani– al quale non è nota la genesi ed il funzionamento di Fondazione per Leggere, oltre ad invitarlo a un’attenta e dovuta informazione e conoscenza, intendo puntualizzare nuovamente che ho curato per dieci anni le attività che hanno portato alla nascita di Fondazione, in quanto sono stata presidente del sistema bibliotecario del Magentino, confluito poi nel sistema bibliotecario sud- ovest Milano e  non su nomina degli allora sindaci, ma scelta e votata dall’assemblea dei 51 comuni allora aderenti ai sistemi bibliotecari.

Con la stessa modalità sono stata scelta a guidare Fondazione per Leggere nei primi suoi anni di vita, facendo parte del suo primo consiglio d’amministrazione (anno 2006). Ermes Garavaglia (Bareggio nel cuore) ha fatto parte del secondo mandato del CdA (anno 2010). E sull’adesione al progetto di Garavaglia ricordo a Sisti che nulla ha a che vedere con le vicende avvenute nel Pd ben tre anni prima, ma che, invece, risponde pienamente al desiderio di collaborare per mettere al centro della politica le persone e i valori. Capisco che per Sisti (e non solo) il concetto è difficile, ma tant’è!”. Infine Ermes Garavaglia non è da meno. “Vogliamo in ogni caso -afferma Garavaglia– chiudere la questione. La nostra osservazione, come abbiamo ribadito, è stata solo una osservazione di buon senso in merito ad una nomina, che sinceramente non riteniamo opportuna e che la maggioranza avrebbe potuto evitare. Sappiamo inoltre che la lista civica Bareggio 2013, per voce del proprio capogruppo, si è fatta promotrice di una ulteriore iniziativa volta a verificare direttamente con Fondazione per Leggere la legittimità di questa nomina, iniziativa a cui si sono aggregati gli altri gruppi di minoranza ad eccezione delle nostre liste civiche. Francamente abbiamo preferito non coinvolgerci in questa iniziativa contro l’amministrazione Colombo in quanto promossa da chi, chiaramente, ha sostenuto l’elezione di questa maggioranza. Riteniamo perciò tale proposta non solo contraddittoria ed incoerente, ma anche irrispettosa nei confronti dei cittadini”.

Lascia un commento