Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Angelo Cipriani
Le elezioni non sono dietro l’angolo, ma neppure così lontane (2020). Ma in paese si vive una perenne campagna elettorale che rischia di ammorbare il clima prima ancora che si accendano i riflettori. Sì, perché da una parte gli amministratori pentastellati rivendicano grandi meriti e rinfacciano a quelli precedenti di aver fatto poco e nulla ed essersi dimenticati della manutenzione e sistemazione delle strutture comunali, ma dall’altra l’opposizione  non ci sta e accusa i 5 Stelle di mistificare platealmente la realtà. Certo che non è andato giù alla Lega che “gli open days tenutisi in questi giorni nei vari plessi scolastici siano stati in alcuni casi trasformati in campagna elettorale dove, a suo giudizio, è stato più volte ribadito e non solo in queste occasioni, il concetto falso che dal lontano 1987 nessuno ha mai fatto opere di manutenzione e/o miglioramento dei vari plessi scolastici”. Troppo per il Carroccio, che ha trovato nelle esternazioni del sindaco Cipriani una disinvolta sfrontatezza da sconfinare nel surreale.

“Va bene -puntualizza la Lega– cha abbia goduto di un periodo favorevole per vincere le elezioni senza meriti, ma adesso siamo certi, non sia più il caso di sfidare la sorte ulteriormente. Caro Cipriani, ti invitiamo a leggere i documenti prima di parlare, onde evitare continue figuracce. Dal 2009 al 2012 sono stati investiti nei vari edifici scolastici presenti sul territorio quasi due milioni di euro. Questi soldi -continua la Lega– sono stati investiti in manutenzione ordinaria, in arredi, in materiale didattico, in attrezzature per i laboratori di informatica, musica, scienze motorie e in manutenzione straordinaria per ogni singolo plesso scolastico, laddove, ovviamente fosse necessario”. Non è tutto. “Nel 2005, invece, sono stati spesi -chiosa la Lega-190.000 euro per i lavori di adeguamento degli impianti alle normative antincendio e sicurezza della scuola media ‘L. Pirandello’. Cipriani, facci un favore… pensa ad amministrare come si deve, abbandona la tua perenne frustrazione nel denigrare i tuoi predecessori, stai lontano dal verde pubblico e smettila di basare la tua vita su un’inconsistente quanto ingannevole continua campagna elettorale”.

Lascia un commento