Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Il progetto per introdurre in tutto il paese l’illuminazione pubblica a Led al fine di migliorare la qualità della luce, salvaguardare l’ambiente, risparmiare è stato voluto dal gruppo Io amo Bareggio. E oggi, anche per l’impulso di Gianfranco Colombo, presidente del gruppo, sta per concretizzarsi nel segno dell’amministrazione in carica. Tuttavia non poche critiche al progetto sono state avanzate dall’opposizione. Intanto l’amministrazione comunale ha effettuato l’analisi della situazione degli impianti, la sua valutazione, la determinazione degli standard qualitativi richiesti e altri interventi migliorativi (si tratta di cambiare circa 2.000 punti luce), per poi acquistare le reti da Enel, dopo la valutazione e contrattazione dell’importo. Da qui la pubblicazione del bando che si chiuderà il 12 giugno prossimo.
Il proposito è anzitutto conseguire il risparmio sui consumi di circa 80%. Il che nelle sue stime comporta un analogo decremento della richiesta di energia e quindi di immissione di CO2 in atmosfera. Poi ritiene che con un ribasso del 3% verserà un canone inferiore a quanto pagato negli ultimi 4 anni, godendo del rinnovo completo degli impianti e della sua manutenzione ordinaria e straordinaria. Non è tutto. Il vincitore della gara dovrà effettuare la sostituzione con i Led nel più breve tempo possibile per abbattere i costi dei consumi. E’ probabile che a fine 2018 sarà a Led buona parte, se non tutta, l’illuminazione pubblica di Bareggio. Siccome si prevede un risparmio annuo di 260.000 euro è nella convenienza del gestore sostituirli prima dell’inverno. Un‘altra innovazione presente nel bando è la destinazione di 500.000 euro prelevati dagli avanzi di amministrazione. Una scelta, secondo gli amministratori, che non gravando sulle risorse del bilancio corrente fa sì che vengano messe a disposizione quote per altri progetti. Tuttavia sono stati sollevati dubbi sul bando per via dell’elevato costo legato agli oneri finanziari. Ma, a sentire l’amministrazione comunale, il bando avendo una durata di 15 anni e con tassi di interessi simili a quelli di un privato che acquista un’automobile, è perfettamente in linea col mercato.

Lascia un commento