Latest News
Latest News
Ernico Montani
Ricevo e pubblico questa nota di Enrico Montani, candidato sindaco  per la lista Voi con noi, con cui replica a Gianfranco Colombo della lista civica Io amo Bareggio in merito alla sostituzione dei corpi illuminanti dell’illuminazione pubblica. 
La narrazione di Gianfranco Colombo richiede una replica. Si tratta di pura menzogna che va denunciata e smentita. La dichiarazione falsa, da chiunque arrivi, è eticamente e moralmente gravissima, illecita, è un reato penale. Chi dichiara e sostiene il falso è un bugiardo. Gianfranco Colombo per scopi elettorali, per rastrellare disonestamente voti, manipola i dati della delibera della giunta comunale del 5 marzo 2018 numero 32, proposta dai suoi assessori Gibillini e Stellardi con l’avvallo del sindaco Lonati. Il bando di gara per l’illuminazione pubblica, approvato e pubblicato in forza di questa delibera, prevede un costo a base di gara di 349.475,79 euro invece che 112.215,82 propagandati da Gianfranco Colombo. Una bella differenza. Per scopi elettorali, come già successo per altre situazioni, estrae dal bando i numeri che gli fanno comodo. Quelli che fanno credere a enormi risparmi per la collettività.

Infatti, è assolutamente scorretto estrarre dal bando il solo costo dell’energia di 112.215,82 euro lasciando credere che i costi per la comunità saranno solo questi. Noi tutti pagheremo molto di più cioè i 349.475,79 euro a base di gara. Se sarò eletto sindaco annullerò immediatamente la gara d’appalto. Bareggio potrà così risparmiare anche i 719.516,84 euro di interessi che l’amministrazione comunale ha voluto riconoscere per chi si aggiudicherà la gara quale remunerazione sul capitale investito. Si tratta di lavori per un importo di circa 1.000.000 di euro per il quale il comune, secondo i documenti di gara, dovrà riconoscere una remunerazione del 6% anno per i prossimi 15 anni. Una vera assurdità, oggi i tassi di riferimento sui finanziamenti sono addirittura negativi (-0,20%) Per tutto ciò con un’interrogazione scritta abbiamo richiesto chiarimenti. Nessuna risposta da parte dell’amministrazione comunale è arrivata. Evidentemente si trovano in grave imbarazzo. Anche il vantaggio propagandato del risparmio del 80% per l’energia rimarrà a beneficio di chi si aggiudicherà l’appalto. Nulla gioverà per le casse comunali e alle tasche dei cittadini. È poi assurdo promuovere un appalto per la fornitura di energia elettrica della durata di 15 anni, quando a brevissimo, tra pochi mesi, saranno liberalizzate le tariffe. Il mercato porterà a sicure riduzioni e risparmi. È un errore prevedere una durata così lunga di 15 anni per l’appalto. Le tariffe sicuramente diminuiranno. nei prossimi anni le nuove tecnologie ci metteranno a disposizione energia a costi nettamente più favorevoli. Con una durata cosi lunga la comunità può solo perderci. Un contratto di medio periodo di 5 anni avrebbe invece portato vantaggi alla comunità. Avremmo anche potuto finanziare la sostituzione dei corpi illuminanti con gli avanzi di amministrazione creando una sinergia che avrebbe veramente portato importanti vantaggi al comune e ai suoi cittadini. Non è accettabile che i cittadini di Bareggio siano costretti a subire e pagare per l’incompetenza, l’arroganza, l’ignoranza di Io amo Bareggio, Partito democratico e sindaco Lonati.

Lascia un commento