Latest News
Latest News

Sembrava che la sentenza sul lotto B dell’area feste seguisse il destino del lotto A con un’altra sconfitta del Comune, invece il verdetto è stato di tutt’altro segno. Infatti il Tribunale di Milano ha dato ragione al Comune. L’amministrazione comunale ne dà conto in una propria nota con cui informa che il 24 aprile è stata emessa la sentenza relativa al “Lotto B” dell’area feste. “Il giudice -aggiunge la nota- ha rilevato l’inesatta esecuzione dei lavori e ha condannato la ditta Ro.Vi. a pagare 42.000 euro a favore del Comune. Al di là di ogni ulteriore considerazione e riflessione, che faremo dopo aver consultato il nostro legale, resta il fatto che “a quanto pare” l’inesatta esecuzione dei lavori non è una fantasia”. La partita a questo punto sembra chiudersi con un pareggio, ma è una vittoria che dal punto di visto economico non è granché se si consideri che per il lotto A l’ente è stato condannato a pagare ditta e professionisti circa 420.000 euro.
Tuttavia, al di là della differente entità dell’importo, per l’amministrazione comunale è significativo che il giudice dandole ragione non ha fatto altro che confermare che  la sua azione non era poi campata per aria. 

Lascia un commento