Latest News
Latest News
Lo statuto attuale degli animali? Un mero compromesso, secondo Sinistra di Sedriano. Sì, perché trova che il regolamento approvato nel maggio 2010 è limitato, anche se favorevole ai proprietari di animali ed è valso a realizzare aree dedicate ai cani. Oggi che si è istituita la consulta degli animali è tempo, a sua giudizio, per intervenire per per “riscriverlo ampliandolo e rendendolo il più possibile uno strumento che tuteli davvero gli animali”. Ma come? “Andranno -osserva SdS– inseriti alcuni punti, quali il divieto di mettere in atto qualsiasi maltrattamento o comportamento lesivo, le norme per la loro detenzione nelle abitazioni e sopratutto, la promozione, sempre nell’ambito delle proprie competenze, di metodi alternativi alla sperimentazione animale nella ricerca scientifica”.
Non è tutto. “Certo -chiosa SdS-, non è facile cambiare l’approccio culturale su questo argomento, ma è necessario insistere. E’ molto chiedere l’immediata rimozione dei cartelli ancora presenti che vietano l’accesso degli animali nelle aree pubbliche, quali piazza del Seminatore e parco delle Scuole, in coerenza con le decisioni assunte in una pubblica assemblea. E’ troppo provvedere alla periodica manutenzione delle aree cani presenti garantendone dignità e sicurezza”. Infine SdS trova che “bisognerebbe rispolverare la figura del garante degli animali – idea finita nel dimenticatoio- da nominarsi tra coloro di riconosciuta competenza nel settore dei loro diritti, con lo scopo di verificare l’attuazione del regolamento, denunciare e segnalare fatti o comportamenti lesivi nei loro confronti”.

Lascia un commento