Latest News
Latest News
Ricevo e pubblico questa nota del Partito democratico cittadino a firma dell’ex assessore Enrico Bodini, in cui si denuncia l’assenza di governo del paese da parte dell’amministrazione leghista.
Chi amministra un comune deve soddisfare gli interessi generali e tutelare il bene comune, seguendo le linee di mandato con cui si è fatto votare. Gli amministratori devono anche essere giudicati dagli atti pubblici, non da ciò che postano su Facebook… Analizziamo ora i risultati della giunta Zancanaro a un anno dalle elezioni, confrontandoli con le promesse fatte durante la campagna elettorale. Inizialmente sono stati conclusi i lavori programmati dalla giunta Bagini e dalla commissaria, di cui il sindaco si è scorrettamente attribuito i meriti.

Alcuni esempi? la ristrutturazione del centro disabili di via Volontari della Libertà; la sostituzione dell’eternit sul tetto del municipio; i lavori nelle scuole e nei parchi. Poi è iniziato il ‘solito piagnisteo’, cioè la scusa che i nuovi amministratori non possono fare tutto subito.
Le misure principali a favore del bene comune sono state lasciate cadere senza alcuna motivazione.
Ad esempio il parco di Villa Venini, che è di proprietà comunale, versa in condizioni di degrado. E poi la stessa Villa Venini: l’azienda Tecno-In aveva incarico di sistemare lo storico edificio, ma è venuta meno al suo impegno per indisponibilità economica. Le fideiussioni, richieste dalla giunta Tenti, che avrebbero dovuto garantire il comune proprio in caso di indisponibilità da parte di Tecno-In, sono risultate non escutibili. E oggi, dopo un anno di amministrazione Zancanaro, siamo ancora in attesa di nuove fideiussioni…
La farmacia comunale del Destriero? La commissaria aveva confermato la sua vendita.
Legittimo che l’amministrazione leghista abbia poi cambiato idea, ma perché non annulla in consiglio comunale la vendita?
Altra mancanza riguarda le opere che la società costruttrice del Destriero deve al Comune, cioè il sottopasso e la sistemazione del parco urbano. L’amministrazione Bagini aveva persino migliorato i progetti di questa convenzione. In pratica si tratta di 1milione di euro a disposizione dei vittuonesi, ad oggi non sfruttato. Per fortuna che la maggioranza dice di non avere soldi…
Il vero problema della giunta Zancanaro è questo: non si fa nulla e nulla si sa.

L’ultimo numero di ‘Vittuone Informazioni’ risale al dicembre 2015! Nemmeno in consiglio comunale la maggioranza dà spiegazioni: perché sono state raddoppiate le spese per lo spazzamento delle strade quando si poteva ridurre la tassa rifiuti? Che ne ha fatto il progetto ‘Question time’? E la diminuzione delle tasse promessa in campagna elettorale?

Lascia un commento