Latest News
Latest News
“La fotografia dello stato di fatto è che le deleghe a Silvia Bona non sono state tolte e poi Roberto Galli si è dissociato dalle liste civiche. Il risultato è che gli equilibri di maggioranza sono sì cambiati, ma si sono anche assestati. La giunta pertanto può andare avanti e rilanciarsi”. Gianfranco Colombo, presidente del gruppo Io amo Bareggio, che esprime due rappresentanti in consiglio comunale e due asssessori giunta, non ha dubbi che la situazione si sia stablizzata e che l’amministrazione Lonati sia nel pieno delle sue possibilità di governare la città. Insomma il fatto che la maggioranza si regga sugli umori del consigliere Galli, che come oggi è uscito dalla lista “Voi con noi”, domani potrebbe ancora farlo per altre insondabili ragioni, è solo un dettaglio senza conseguenze.

Può darsi che il sindaco Lonati trovi più conveniente al momento non sacrificare Bona, ma è evidente che l’operazione manchi di prospettiva e sia con il fiato corto. Un solo consigliere che non deve rispondere a nessuno non è certamente una garanzia per un’intera legislatura e poi gli accordi erano stati fatti con le liste civiche e non con esponente che non rappresenta che se stesso. Lonati lo sa bene, ma non può neppure cambaire in corsa le sue decisioni, dopo che si era lasciato sfuggire che “Bona lavora bene”. Ma tutto può essere se la politica si riduce a fatto personale. “Bisogna solo  -aggiunge Colombo– prendere atto della mutata situazione e ingranare la marcia. Il sindaco forse farebbe bene a tirare fuori la grinta e ripartire con le cose da fare”. Basterà l’esortazione per ridare slancio all’amministrazione comunale che dopo quasi un anno non è riuscita a darsi un propria fisionomia? Il banco di prova sarà sicuramente il bilancio 2014 che presto approderà in consiglio comunale. La sede giusta per verificare la tenuta della maggioranza.

Lascia un commento