Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

La richiesta dell’Avvocatura dello Stato di incandidabilità risale all’8 novembre scorso, ma la notifica agli interessati è solo dell’altro giorno. Sì, come la procedura formale vuole in questi casi, è stato notificato all’ex sindaco Alfredo Celeste la richiesta di incandidabilità. L’udienza si terrà l’11 marzo al Tribunale civile di Busto Arsizio. Ma quel che è singolare la misura è stata richiesta anche per le ex consigliere comunali Silvia Fagnani e Teresa Costantino, che nelle note vicende cittadine non risultano indagate. Si tratta comunque di atto formale che scatta automaticamente quando viene sciolto il consiglio comunale.
“La cosa più assurda -spiega Celeste– è che la richiesta di incandidabilità non è accompagnata da nessun documento se non dalla relazione sintetica resa nota a suo tempo dal Ministero dell’Interno e neppure con qualche rigo di motivazione. Non solo. Passi il mio caso, essendo al centro delle accuse della Procura, ma le altre due destinatarie della proposta di incandidabilità sono state chiamate in ballo per il solo fatto che erano citate nella relazione sintetica. Il che dimostra la superficialità e approssimazione con cui operano certi organi del Ministero dell’Interno. In ogni caso si tratta di un altro tassello di ingiustizia nell’ingiustizia. Vale la pena ricordare l’incandidabilità scatta però solo quando la Cassazione ha confermato eventuali condanne”

Lascia un commento