Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Quando la commissione straordinaria ha individuato nell’eliminazione dell’amianto dagli edifici pubblici  un intervento prioritario è stato un florilegio di osanna. Ma a distanza di breve tempo, a quanto sembra, gli atti non si sono rivelati all’altezza delle aspettative di chi confidava in sue veloci iniziative. Per esempio Sinistra di Sedriano, che il 29 dicembre scorso dava per “molto probabile che il nuovo anno stesse per iniziare con qualche buona notizia per Sedriano. E questo grazie alla nostra battaglia contro l’amianto e alla commissione straordinaria, composta da tre persone serie che stanno lavorando intensamente solo e soltanto per il bene comune, ovvero per gli interessi dei cittadini”, oggi  invece appare piuttosto amareggiata. Infatti dal suo sito osserva contrariata che “purtroppo anche i nostri commissari prefettizi dormono, della serie ogni lasciata è persa, perché si sono fatti scappare l’ennesima opportunità per disporre di contributi economici per bonificare l’amianto presente nelle nostre scuole”. Insomma, a quanto sostiene SdS, non hanno presentato entro il 12 dicembre 2013 la domanda al Ministero dell’Istruzione per ottenere finanziamenti allo scopo. Certo -aggiunge benevola SdS– i commissari si erano appena insediati e il “Comune in balia di se stesso” per poi puntualizzare che “non ci sono scusanti, queste manchevolezze non fanno altro che ricadere sui cittadini. Questo deve far riflettere i nostri commissari rispetto a una grave pecca del Comune: manca completamente un ufficio o una persona che riceve e fa una rassegna della nuove normative agli amministratori locali”. Tuttavia SdS non getta la spugna sconfortata, ma coglie l’occasione per suggerire ai commissari, “giusto per non perdere altre importanti occasioni in futuro, di provvedere quanto prima anche nel loro interesse e per l’operato di una buona gestione del Comune di Sedriano”. Sarà ascoltata coi fatti?

Lascia un commento