Latest News
Latest News
Non è molto, ma forse in un momento in cui si chiedono sacrifici ai cittadini è lodevole registrare che i rappresentanti locali del popolo si sono ridotti l’indennità. Un segnale di sensibilità civica che non guasta e che si fa apprezzare, anche se considerando gli emolumenti che vengono percepiti da alcuni amministratori non è poi un grade sacrificio. Un taglio più consistente e soprattutto non lineare per non appiattire le proporzioni sarebbe stato molto più significativo, ma è già qualcosa. Comunque sia la giunta ha deciso motu proprio di ridursi i compensi del 5% per l’anno corrente. E così la nuova indennità di funzione per sindaco, assessori e presidente del consosiglio comunale è questa:

Luciano Bassani (sindaco) 2.516,95 euro mensili per un importo annuo di 30.203,04 euro a cui sono da aggiungere 2.516,95 per accantonamento di fine mandato; Sonia Cagnoni (vicesindaco) 1.384,32 euro mensili per un importo annuo di 16.611,84 euro; Rosalba Locati (assessore) 1.132, 64 euro mensili per un importo annuo di 13.591,68 euro; Renato Laviani (assessore) 1.132, 64 euro mensili per un importo annuo di 13.591,68 euro; Dario Ceniti (assessore) 566,32 euro mensili per un importo annuo di 6.795,84 euro; Corrado D’Urbano (assessore) 566,32 euro mensili per un importo annuo di 6.795,84 euro; Paolo Colombo 1.132, 64 euro mensili per un importo annuo di 13.591,68 euro.

Lascia un commento