Latest News
Latest News
Ricevo e pubblico questa nota del sindaco Fabrizio Bagini
Dal momento del nostro insediamento l’interesse per le problematiche connesse alla Rsa “Il Gelso” è stato per noi di primaria importanza. Il mantenere gli standard qualitativi elevati e possibilità di ricovero facilitate per i vittuonesi è sempre stato nostro impegno, trovando in “Argento Vivo” sempre un valido interlocutore. L’accordo che abbiamo trovato con “Argento Vivo” è un accordo nell’interesse di tutti, in particolare dà la possibilità di implementare i posti a disposizione come Rsa e ci permette di avere rette con aumenti Istat i più contenuti possibili. Abbiamo deciso di portare avanti le trattative con il gestore, anche per esplicitare e specificare gli obblighi convenzionali con AV Vittuone e permettere il passaggio da 120 posti Rsa a 140.

Da qui la trasformazione di 20 posti Rsd in 20 Rsa, in considerazione del fatto che da 11 anni non vi era richiesta di posti Rsd, in quanto il costo giornaliero era troppo alto non essendo accreditati dalla Regione. Per contro   vi era il parere favorevole alla trasformazione anche da parte dell’Asl, poiché vi è richiesta  sul territorio di posti Rsa. Così facendo abbiamo garantito 20 posti di lavoro per il personale in più e abbiamo trattato sugli aumenti Istat che venivano richiesti da AV e non erano stati applicati dal 2009. Si è passati così da una loro iniziale richiesta di aumenti di 300 e mensili ad aumenti che sono di molto inferiori a quelli che si sarebbero avuti con la giusta applicazione dei valori Istat. Così abbiamo attualmente 2 posti gratuiti 16 posti a tariffa agevolata per vittuonesi che passano da 43 a 45 euro die con un aumento di 60 euro mensili. Per gli altri vittuonesi si passa da 60,5 a 63 euro dal 1° di giugno al 30 dicembre 2013 e da 63 a 65 euro dal 1° gennaio 2014. Le ulteriori trattative verteranno sulla creazione  (già valutata positivamente nei tavoli tecnici tenutisi) di 10 posti di comunità socio-sanitaria, cioè il cosiddetto dopo di noi. Obbiettivo primario della nostra campagna elettorale.

Lascia un commento