Latest News
Latest News

Il Partito democratico presenterà il programma amministrativo giovedì 2 maggio, alle 21, nel salone della biblioteca. Il programma, che è stato ideato dal candidato sindaco Giancarlo “Lucio” Lonati d’intesa con il partito e con la lista dei candidati democratici che lo sostengono, è frutto dell’ascolto e del proficuo confronto realizzato nel corso della lunga serie di incontri sviluppati con le più diverse espressioni della società civile e politica bareggese. 
Il programma si articola in 9 punti per un obiettivo comune, cioè per il bene di Bareggio.
Ecco la sintesi.
LEGALITA’ E TRASPARENZA
A Bareggio serve una pubblica amministrazione più moderna, meno burocratica, capace d’integrarsi con le migliori esperienze territoriali, più in grado di favorire l’abbattimento dei costi.
Le nostre proposte: contenimento consulenze e incarichi professionali esterni.
 Riorganizzazione della macchina comunale a garanzia di servizi più adeguati ai cittadini, riducendone i tempi di erogazione.
 Stesura di bandi secondo una logica d’area omogenea, trovando soluzioni condivise con altri Comuni per realizzare importanti economie di scala.
• Recupero evasione fiscale, mediante incroci di banche dati (Agenzie delle Entrate, Inps ed altri enti coinvolti), che consenta una riduzione del costo dei servizi. 
 Promuovere una nuova cultura della legalità e il contrasto alle mafie attraverso un protocollo d’intesa antimafia con gli enti interessati su tutte le attività da appaltare.  
Realizzare un albo imprese sicure, attuando una rotazione equa delle imprese presenti sul nostro territorio.
 Istituzione di un codice etico degli amministratori da inserire nello statuto comunale. 
 Potenziamento dei canali di comunicazione tra amministratori e cittadini, che consente un efficace controllo sull’operato dell’ente e dei suoi amministratori (implementazione sito web comunale e pubblicazione integrale di tutti gli atti; istituzionedeiconsiglieridiquartiere; introduzione del bilancio partecipato e trasparente).  
Riformulazione delle aliquote Imu istituendo differenziazioni sulle seconde case e sgravi per immobili dati a parenti in linea diretta.
LAVORO E SVILUPPO
Creazione di tutte quelle condizioni operative che rendano attrattiva la nostra zona per l’insediamento di nuove unità produttive e valorizzazione delle realtà industriali, garantendo:
• Defiscalizzazione di alcune tasse per giovani imprenditori e per le aziende che s’impegnano ad assumere nuovo person- ale stabile. 
L’incontro fra aziende e strutture cooperative d’inserimento al lavoro di soggetti svantaggiati al fine di favorirne la loro autonomia e realizzazione.
L’attuazione di politiche per la salvaguardia dell’ambiente e volte al risparmio energetico.  
Istituzione di una commissione comunale permanente formata da rappresentati di categoria: industria, commercio, artigianato, sindacato e amministratori comunali, per comprendere le esigenze del territorio per fornire ai giovani reali possibilità occupazionali.
IL BENESSERE DEL CITTADINO AL PRIMO POSTO
Il welfare è la garanzia per avere condizioni dignitose di vita e di attività per tutti i cittadini, un insieme di servizi sociali, sanitari e formativi, che valorizzano l’apporto della società civile, secondo il principio della sussidiarietà. Il settore pubblico deve mantenere il ruolo di garanzia e di controllo, che gli è proprio ed evitare che si privatizzino gli interessi e si socializzino i debiti.
Attraverso la tutela del nucleo familiare, inteso nella sua più ampia accezione, si consolidino le basi sulle quali i cittadini possono condurre in serenità e sicurezza la propria quotidiana esistenza. La famiglia è il primo luogo della solidarietà e della gratuità delle cure offerte ai propri membri.
Le nostre proposte:
• Ridefinizione sperimentale dell’indicatore reddituale (ISEE), che tenga conto del “carico familiare complessivo” e persegua una reale equità sociale. 
Registro delle unioni civili.
Potenziamento di “scuole” e corsi di sostegno alla genitorialità, di centri di ascolto famigliare, di prevenzione e supporto alla famiglia nello svolgimento dei suoi più svariati compiti.
• Fondo di solidarietà, “lettera di patronage”, per famiglie e soggetti non più in grado di far fronte a pendenze quali affitto e mutuo; agevolazioni per acquisto prima casa. 
Favorire forme di accesso agevolato al credito.
Gli anziani. potenziamento della domiciliazione dei servizi; ripensamento della condizione dell’anziano creando condizioni perché possa continuare a vivere all’interno del proprio quartiere, rifuggendo dal ricovero in struttura protetta come unica soluzione, attivando gruppi di volontariato di supporto.
Registro badanti, per la scelta di personale qualificato. Residenza “Villa Arcadia” (RSA): una realtà importante e significativa con cui relazionarsi in un rapporto sinergico tra RSA, amministrazione comunale e il cittadino/utente per migliorare il servizio reso alla nostra cittadinanza. Associazioni. Nel rapporto ormai consolidato con l’insieme del mondo dell’associazionismo, emerge la volontà di valorizzarne l’importante contributo sociale anche con l’impegno di studio di fattibilità per la realizzazione di casa delle associazioni.
Diritto alla salute. Ricercare con i soggetti interessati (Asl, medici di base) la condivisione di un progetto configurabile come sorta di “studio medico multiservizi”. Una struttura in cui praticare visite mediche specialistiche e di first aid (primo soccorso), usufruibile 7 giorni su 7, che, attraverso la turnazione dei medici di base oltre che degli specialisti, consenta di offrire cure anche nei fine settimana, evitando così l’intasamento dei pronti-soccorso degli ospedali. Oltre ad offrire a tutta la cittadinanza la possibilità di prestazioni sanitarie specialistiche a “portata di casa”.
“Dopo di noi”: ricercare in collaborazione con altri enti preposti alla gestione, la fattibile realizzazzione di una struttura idonea alle reali esigenze locali.
SCUOLA E CULTURA, L’ANIMA DELLA CITTA’
Supporto agli istituti scolastici nel processo educativo-formativo, garantendo strutture scolastiche sicure, fruibili, adeguate alla normativa vigente. Adeguamento degli impianti secondo la logica del risparmio energetico, rinnovo e sostituzione degli infissi scuola primaria di San Martino.
Rivisitazione della gestione mensa scolastica, dalla forni- tura delle derrate (prodotti di stagione e di qualità a Km 0) al pagamento del servizio (ottenendo abbattimenti di costo e un prezzo invariato nel lungo periodo.
Ritorno alla valorizzazione della scuola pubblica. Continuare a sostenere la collaborazione con la scuola materna “Don Severino Fracassi” ed i nidi privati garantendo appieno la libertà di scelta. Garantire pari opportunità formative attraverso il progetto dislessia, scuola-mondo per l’integrazione di alunni stranieri; assistenza domiciliare a favore di minori che presentano difficoltà relazionali, scolastiche e problemi familiari. Contrasto all’abbandono scolastico. Educazione alla mobilità sostenibile, stimolando il raggiungimento delle strutture scolastiche a piedi; sviluppo di progetti educativi sui temi della sicurezza stradale, del consumo di alcool e sostanze stupefacenti, della sessualità, della vita democratica del Paese a partire dalla conoscenza e studio della Carta costituzionale.  
LA CULTURA È L’INDICE PIÙ ALTO DELLA CIVILTÀ DI UN POPOLO
Proponiamo di valorizzare il patrimonio culturale locale per essere polo di attrazione della nostra zona, favorendo gruppi, associazioni culturali, espressioni artistiche e creando uno stretto e sinergico rapporto tra Pro Loco e amministrazione comunale. Destinare spazi del centro polifunzionale a luoghi di espressione culturale giovanile, a esigenze di tipo civico, politico, culturale, ricreativo e ludico, che emergono dalla comunità bareggese. Istituzionalizzare il rapporto con la sezione locale dell’ANPI per mantenere viva la conoscenza e la coscienza della Costituzione italiana nata dalla Resistenza e dalla lotta di Liberazione antifascista e antinazista. Mantenere il servizio biblioteca a elevati standard quali- quantitativi, proseguendo la proficua partecipazione, quale Comune Fondatore, alla “Fondazione per Leggere”, promuovendo servizi dedicati alla lettura con il supporto delle nuove tecnologie.
GIOVANI E SPORT, ORA
I giovani necessitano sempre più di spazi in cui esprimere e sviluppare le proprie capacità critiche, creative e sportive. Ci proponiamo di dar corso alla riorganizzazione e ottimizzazione delle strutture sportive esistenti, di sostenere i vari progetti di sviluppo delle attività motorie di base, di valorizzare l’associazionismo sportivo e di promuovere la crescita di polisportive. Intendiamo sostenere la pratica sportiva anche come forma di prevenzione del disagio giovanile e fare dell’ufficio sport comunale un effettivo punto di riferimento per l’insieme dello sport locale e per la cittadinanza tutta.
IL TERRITORIO E L’EDILIZIA: NESSUN COMPROMESSO
Non riteniamo utile e necessario uno sviluppo urbanistico ulteriore, ribadiamo la volontà di non utilizzare nuove porzioni di territorio in quanto bene prezioso che non può essere considerato inesauribile.
Le nostre proposte: 
 Recupero delle realtà cortilizie e del centro esplicitando i recuperi ammissibili in funzione del loro stato di fatiscenza o della possibilità di abbattimento e di riedificazione, man- tenendo inalterata la forma, il perimetro e la tipologia dei materiali, attuando tutte quelle pratiche che portino alla realizzazione di manufatti a basso consumo energetico, riappropriandoci della cultura dell’abitare. 
 Valorizzare il centro storico può rappresentare un volano per la nostra economia. Occorre pertanto individuare alcuni capisaldi imprescindibili che considerino il ricorso a soluzioni ecosostenibili realizzate in classe A o con specifiche migliora- tive ulteriori e di alto profilo estetico.
 Portare in tempi certi a soluzione l’ex cartiera, tramite un percorso di partecipazione con tutti i soggetti politici, i portatori d’interesse locali, la società civile. Si intende definire un progetto che valorizzi essenzialmente l’interesse pubblico commisurandolo a quello privato e in assonanza con l’area Sapla possa ricercare quelle soluzioni urbanistiche che ridisegnando il centro storico attuino progetti di buon gusto estetico.
 • Ex Alma: ricercare soluzioni di progetto idonee, partendo da reali necessità del nostro territorio, rifuggendo dalla logica della sola residenza, ma considerare le potenzialità su cui si deve necessariamente scommettere per riportare il nostro comune ad essere polo di attrazione per aziende a forte capacità tecnologica e della green economy, utili per creare nuovi posti di lavoro.
LA CITTA’: MOBILITA’ SOSTENIBILE
La variante SS11 è una priorità assoluta in vista dell’Expo. Occorre ricercare soluzioni viabilistiche riguardo al flusso di traffico pesante nel comparto fra la rotonda Bennet, e la rotonda di via Falcone e riprendere il dialogo con le istituzioni sia comunali sia sovracomunali affinché concorrano alla realizzazione dell’opera secondo la convenzione sottoscritta. Anche alla luce dell’insediamento della nuova amministrazione regionale e del suo presidente che ha sempre dichiarato l’esigenza prioritaria d’un maggior legame con i cittadini e il territorio. Valorizzazione e implementazione piste ciclabili.
SICUREZZA, TUTELIAMO I BAREGGESI
La sicurezza si costruisce innanzitutto attraverso una migl- iore vivibilità complessiva del paese. A tal fine si ritiene utile e necessario favorire la frequentazione dei luoghi e degli spazi di vita collettiva, particolarmente durante le ore serali, promuovendo, sostenendo e organizzando attività di vario genere: ludico, ricreativo, culturale. Ciò può trasformarsi anche in leva economica non indifferente per l’insieme degli esercizi e delle attività commerciali siti nel territorio di volta in volta coinvolti o interessati a insediarvisi. Necessita peral- tro rafforzare il coordinamento tra le forze territoriali dell’ordine pubblico e la polizia locale, alla quale compe- tono prioritariamente interventi preventivi e di dissuasione (videosorveglianza, illuminazione pubblica).
AGRICOLTURA E AGRITURISMO
Valorizzazione delle peculiarità agricole e agro-alimentari locali, in una logica di tutela e salvaguardia del sistema agricolo e del reticolo idrico minore, incentrata sulla preservazione della campagna lombarda, ridisegnandone in modo particolare percorsi ciclabili e pedonali. Segnalazione dei siti e dei fontanili, che esaltino il nostro sistema agroturistico in collaborazione sinergica con Comuni a noi vicini. Ciò al fine di creare condizioni utili alla migliore fruizione di un territorio di rara bellezza e di peculiarità ambientali. Dalle cave alla riserva del Fontanile nuovo, fino al bosco di Cusago e lungo il canale scolmatore verso il bosco di Riazzolo, per arrivare al Naviglio, introduzione di possibili soste agrituristiche presso le cascine del territorio e di commercializzazione di prodotti locali, secondo una logica di filiera corta (mercato zero km) utile anche alla creazione di nuovi posti di lavoro e possibilità di svago.
AGENDA 21 – Sui temi legati alla salvaguardia, alla valorizzazione territoriale e ambientale e ai comportamenti corretti dell’uomo nel contesto in cui vive, si gioca la qualità della nostra vita e di quella delle generazioni future, pertanto, l’azione politico amministrativa non può più essere considerata marginale né può essere considerata patrimonio esclusivo di alcune sensibilità politico-culturali. Deve, invece investire l’attenzione e la responsabilità di tutti. Di questa volontà politica è espressione Agenda 21, da introdurre come un organismo consultivo permanente nello statuto comunale.
I NOSTRI CANDIDATI CONSIGLIERI PER GIANCARLO LONATI SINDACO
Una lista all’insegna della parità di genere e delle competenze. Sono una fotografia a colori dello spaccato di Bareggio. Sono 8 donne e 8 uomini, più della metà sotto i 45 anni, che ben rappresentano lo spirito con il quale il nostro partito è nato: persone in grado di dare alla città una guida nuova, una forza realmente popolare intorno alla quale raccogliere le tradizioni culturali e politiche riformatrici. Ognuno di loro ha una gran voglia di impegnarsi per la comunità nella quale vive. 

Weirah Jama Ahmed, Santi Liviana, Telesca Giovanni, Di Conza Antonio, Giancarlo Lonati (candidato sindaco), Baroni Maria Teresa, Tambone Annamaria, Tambasco Luigi, Andreani Andrea, Buzzetti Lidia Tiziana, Ciceri Tina, Pierro Vitantonio, Cavallasca Anna Maria Cleofe, Ferrari Lia, Andrucci Ivan, Introini Fabrizio, Tagliani Simona.


Lascia un commento