Latest News
Latest News
L’opposizione (Pd, Lega nord e Lista civica) ha presentato una mozione per sfiduciare l’assessore Linda Ghidoli. Ecco come “si è difesa” nel consiglio comunale di ieri sera.
Punto primo:
Io assessore Ghidoli Linda non posso che sposare la tesi della minoranza; nel senso che non voglio, ne posso esprimere giudizi e valutazioni che riguardano la sfera di competenza della Magistratura,  per quanto mi riguarda personalmente, il mio comportamento non risulta ne di rilevanza penale ne di interesse politico poiché come cittadino e assessore di questo Comune posso valutare discutere e confrontarmi in tutte le mie scelte e idee con tutti i soggetti che per “vicinanza politica” mi hanno accompagnato in questa avventura  o sono vicine a rappresentanti politici di questa maggioranza.
Punto secondo:
Non intendo fare danni a questa amministrazione e non lascio che la decadenza dello strumento urbanistico vigente, porti come conseguenza la creazione di aree bianche, perché intendo concludere e completare l’iter di adozione entro il 31.12, come previsto dalla normativa regionale vigente,  e questa maggioranza è qui per impegnarsi e garantirlo. In questi 3 anni ho cercato di costruire un ipotesi territoriale accettabile che consentisse poca edificabilità ma che si preoccupasse un po’ di più del verde e della salvaguardia del territorio. Per me Linda è più importante un viale alberato prescritto nel PGT, rispetto alla previsione di aree edificabili che producono inutilmente case con non trovano acquirenti e a oggi non risultano necessarie. Per me Linda risulta significativo ragionare per una strategia di piano che renda Sedriano e Roveda un’unica comunità con collegamenti pedonali e ciclabili sicuri e che qualifichino il territorio rendendolo ancor di più gradevole ai miei concittadini. Insomma voglio un piano che demolisca e ricostruisca case con tecniche ecosostenibili,  ma che non presti il fianco a cubature inutili e oramai superflue. E’ mia intenzione coinvolgere e far partecipare le commissioni e tavoli tecnici aperti, (Urbanistica e Lavori Pubblici) subito dopo il 10 dicembre e fissare la data entro e non oltre il 31.12 per l’adozione  in consiglio comunale. Mi auguro che vi sia la vostra collaborazione perché secondo me è necessaria a perseguire l’intento nell’interesse collettivo, per il bene di Sedriano. Io mi sono sempre confrontata apertamente con tutti Voi, rappresentanti della minoranza e con la mia maggioranza,  accogliendo anche ai vostri suggerimenti, le osservazioni pervenute e quelle che se vorrete ancora suggerirmi sarò felice di valutare e discutere senza preclusione. Oggi posso solo dire che alcune proposte di piano sono state migliorate poiché ritengo che le parole e i suggerimenti della minoranza debbano essere considerate un patrimonio perché il PGT per me Linda Ghidoli è patrimonio di TUTTI i cittadini di SEDRANO.
Punto terzo
Per quanto riguarda la questione sui conti.
Non è questo Assessore che decide gli importi tariffari, non e cosi e lo sapete, tre anni fa al momento dell’incarico del Piano vigevano le tariffe professionali che ora sono decadute.
E quelle indicate dai professionisti sono state rispettate.
Attualmente i professionisti hanno incassato sul PGT le seguenti somme:
Arch. Dicorato Francesca estensore del documento di piano e piano dei servizi = € 41.616,00
Arch. Giorgio Secchi estensore della VAS = € 9.792,00
Avv.to Giorgio Bonamassa estensore del Piano delle Regole = € 31.824,00
Che sommati non danno €  83.232 e non € 210.000 € come indicato nella mozione.
E per quanto già eseguito sino ad oggi non credo vi sia nulla da eccepire!
Sapete benissimo che potrei usare la polemica del contrappunto e dire:
vediamo cosa avete fatto voi prima, ad esempio quando avete avviato una variante al PRG nel 2001 e poi conclusa nel 2006, ma credo che la polemica sia solo per apparire più belli e più bravi degli altri.
Io Linda ho fatto e farò di tutto per perseguire gli obbiettivi che questo assessorato ha come scopo e cioè : “dare risposte certe ai bisogni del territorio del  Comune di Sedriano”. Questo è quello che intendo perseguire e perseguirò con tutte le mie forze sino a quando mi sarà permesso, con onesta intellettuale e tecnica che mi distingue.

Lascia un commento