Latest News
Latest News

Un fulmine a ciel sereno. Il sindaco Alfredo Celeste è agli arresti domiciliari da stanotte nell’ambito dell’inchiesta che ha portato l’assessore regionale Domenico Zambetti in carcere, ma non è chiara l’eventuale correlazione. 

Il capo d’imputazione per il sindaco è corruzione: avrebbe utilizzato il suo ruolo per garantire favori. 
Tuttavia da quanto si è potuto apprendere i reati contestati al primo cittadino non si sarebbero effettivamente mai concretizzati nè si sarebbe attivato per consumarli.
E così l’accusa riguardante lavori che avrebbe promesso di assegnare, non sono stati mai affidati.

L’altra accusa sarebbe quella di essersi adoperato per far assegnare uno spazio nel centro commerciale Bennet a Eugenio Costantinoper aprire un bar-gelateria, ma quando si è trattato di mettere nero  sul bianco l’interessato ha rinunciato per via dell’affitto troppo alto.
Se corsia preferenziale ci fosse stata -l’aspetto più evidente che balza agli occhi- non si sarebbe mai tradotta in una richiesta di locazione insostenibile, ma in un’agevolazione. Il che non è avvenuto. 
Inoltre il sindaco, pur accusato di corruzione, non risulta che abbia mai chiesto favori né per sé né per altri. 
Una corruzione senza il classico do ut des appare alquanto singolare, ma tant’è. 
Non è tutto. Il dottor Marco Scalambra è stato arrestato nel medesimo filone d’inchiesta, perché, secondo l’accusa, avrebbe fatto pressioni su Celeste per compiere atti corruttivi, che non si sarebbero mai consumati. 
Intanto stamattina i carabinieri sono stati in municipio per acquisire delibere e determine. Per quanto riguarda la vita amministrativa non ci sono al momento dichiarazioni ufficiali, ma l’amministrazione comunale è solidale e vicina al sindaco ed è decisa ad andare avanti, anche perché le contestazioni vengono giudicate fumose e senza riscontri. Comunque nella riunione della maggioranza di stasera si deciderà meglio che fare e che strategia perseguire, anche in attesa che Celeste venga interrogato (entro 15 giorni) e decisa la sua sorte.

Lascia un commento