Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Il gelo e la neve sono un dramma per gli animali, soprattutto per gli uccelli che non riescono a trovare più il cibo. 
Proprio per questo nell’ultimo consiglio comunale il capogruppo del Pd Carlo Meregalli ha proposto all’amministrazione comunale di diffondere il comunicato della Lipu per sensibilizzare i cittadini a dedicare solo pochi secondi a questi esseri che ogni mattina con il loro cinguettio rallegrano la vita.
L’appello è lasciare sui davanzali o sui balconi o in punti riparati dei semi per volatili in vendita nei negozi per animali della frutta secca o dei residui di panettone, in modo da rendere più semplice agli uccelli la ricerca del cibo in questi giorni di gelo e neve. Tuttavia è del tutto inutile dare da mangiare briciole di pane, poiché non sarebbero di alcuna utilità al nutrimento degli stessi e di evitare di dare biscotti. L’alimentazione per i passeri è niger, lino, canapa e avena. Il fringuello o il verdone mangia semi di girasole o frutta fresca o secca. Le cince mangiano noccioline, fichi secchi, noci e altri generi di frutta secca. I merli sono insettivori e gradiscono maggiormente larve, camole della farina, semi di farro, riso, pezzi di grasso o bucce di formaggio. 
Per aiutare gli uccelli sarebbe utile per esempio riciclare bottiglie di plastica riempiendole di semi oppure di costruire una mangiatoia di legno. E’ importante che i punti dove si lasciano semi e briciole siano protetti dall’acqua e ovviamente siano lontane da aree frequentate dai gatti.

Lascia un commento