Latest News
Latest News

CORNAREDO (29 luglio 2011) Il Tar ha respinto il ricorso della cooperativa che contestava l’assegnazione delle aree delle vie Ghisolfa e Pisicane per interventi in edilizia convenzionata. Il Tribunale ha giudicato corretta la procedura seguita dall’amministrazione comunale nella gestione del bando. E così messa la parola fine al lungo contenzioso, la giunta Bassani può finalmente dare semaforo verde alla costruzione di circa 75 alloggi in edilizia convenzionata. La vicenda è questa.
La cooperativa aveva partecipato alla fine del 2009 alla selezione indetta con avviso pubblico per l’assegnazione di aree in diritto di proprietà su cui realizzare immobili da destinarsi a edilizia convenzionata. Tra i criteri previsti dal bando c’era il soddisfacimento abitativo di persone residenti o lavoratori di Cornaredo, giovani coppie, nuclei familiari con presenza di anziani, disabili, interessati da sfratto esecutivo, presenza di cassintegrati. La cooperativa, secondo quanto stabilito dalla commissione giudicatrice, non è risultata aggiudicataria. Da qui il ricorso che contestava l’attribuzione dei punteggi per alcuni criteri quali i requisiti dei soci e le valutazioni progettuali. Ma il Tribunale ha dato ragione al Comune, valutando corretti sia il punteggio assegnato alla cooperativa ricorrente, sia quelli assegnati alle altre cooperative partecipanti. “Sono molto soddisfatto -afferma il sindaco Luciano Bassani– per l’esito della sentenza del Tribunale che ha confermato il corretto operato dell’amministrazione comunale e degli uffici preposti, nei principi di trasparenza e partecipazione. Intendiamo ora procedere celermente nell’attuazione degli interventi, al fine di soddisfare le aspettative abitative dei cornaredesi”.

Lascia un commento