Latest News
Latest News

CORNAREDO (30 luglio 2011) – Il sogno o forse l’illusione di un lavoro sicuro al Bennet è durato poco. Sì, proprio così. Il centro commerciale non ha fatto in tempo ad aprire i battenti (9 giugno) che ha già dato il benservito ai lavoratori. Un’amara dolorosa realtà, ma tant’è. Insomma i centri commerciali sorgono dappertutto come funghi (per esempio da Settimo a Vittuone ben quattro!), promettono assunzioni e poi, dopo il boom dei primi giorni legato più che altro alle promozioni, si sgonfiano e mandano a casa i giovani che pensavano di aver trovato un posto di lavoro. Ma a parte ogni considerazione un buon numero di lavoratori non si è visto rinnovare il contratto. Si parla dai 40 ai 60 licenziati, ma la direzione liquida la circostanza come una normale pratica del mondo del lavoro. Quando apre un centro commerciale -è il suo punto di vista- è prassi avvalersi di tanti lavoratori non sapendo a priori le effettive esigenze, ma, una volta entrati in regime, si confermano quelli che necessitano. I contratti che sono venuti meno sono in linea con le normative, per cui -è il ragionamento del Bennet- non è stata violata nessuna legge. Il mercato nelle sue logiche implacabili è anche questo. Tuttavia c’è da rispettate la convezione: Bennet s’era impegnata con il Comune che il 30% del personale (oggi circa 130) sarebbe stato assunto fra cittadini cornaredesi. La direzione ribadisce che l’impegno è onerato, ma anche in municipio confermano il rispetto dell’intesa senza però entrare nelle dinamiche che sono culminate nei licenziamenti trattandosi di rapporti privati. Intanto l’opposizione (Pd) ha presentato un’interpellanza urgente sul tema e ha aperto la casella postale licenziatibennet@virgilio.it per raccogliere segnalazioni in modo da valutare se sia possibile avviare una vertenza di gruppo. E’ nata pure la pagina “licenziati bennet” su Facebook per scambiarsi idee e opinioni, mentre domani (domenica 31) i lavoratori si ritroveranno al centro sportivo “S. Pertini” per confrontarsi e, perchè no, mobilitarsi.

Lascia un commento