Latest News
Latest News

C’è voluto il decreto ingiuntivo per convincere la società A.S.D. Settimo Calcio, concessionaria del complesso sportivo comunale “S. Pertini”, che doveva corrispondere il dovuto al Comune. E sì, perché le vie bonarie non erano servite a onorare gli impegni tanto che in municipio nel gennaio scorso avevano dato incarico all’avvocato Carlo Andena di procedere al recupero delle somme non corrisposte (15.051 euro più interessi e spese). Il legale ha avviato il ricorso ingiuntivo davanti al giudice del Tribunale di Milano, il quale trovando fondate le ragioni dell’ente ha emesso ora il provvedimento con la formula esecutiva e con la notifica del precetto. La concessionaria davanti all’esecutività del decreto si è risolta di trattare con il Comune per trovare una via d’uscita la meno dolorosa possibile. Certo è che dai colloqui intercorsi tra le parti è emersa la volontà di addivenire a un accordo per il pagamento rateale delle somme spettanti all’ente. Detto e fatto. Comune e A.D.S. Settimo Calcio nella persona del suo legale rappresentante hanno siglato l’accordo con cui sono state stabilite le modalità per il recupero delle somme dovute all’ente a seguito al mancato pagamento del canone di concessione relativo all’anno di gestione 2020-2021. L’intesa, seppure c’è voluta l’ingiunzione, pone fine alla controversia.

 

Related Post

Lascia un commento