Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Il qui pro quo che è accaduto in luglio con la banda “G. Verdi” è stato un episodio, ma in municipio sono convinti che il loro impegno va nella direzione dell’associazionismo. Infatti il sindaco Laura Bonfadini è intervenuta per chiarire e ribadire che “l’amministrazione riconosce che le associazioni svolgono un ruolo importante promuovendo una cittadinanza attiva, una cultura del rispetto dell’ambiente, fornendo una vasta e variegata serie di servizi anche nelle attività sportive, offrendo altresì ampie possibilità di socializzazione”.  Non solo. E articola come in municipio ci si muove nei rapporti con le associazioni. Le necessità / richieste che vengono rappresentate, sono sempre esaminate ed affrontate nel rispetto dei diversi ruoli. Un’amministrazione, nell’autorizzare o meno un evento, non può che attenersi alle norme. In Italia, dopo vari incidenti costati la vita a molte persone, il legislatore ha emanato misure sempre più stringenti e rigorose. Questo percorso può essere letto come burocratico e lento, ma la sicurezza è un tema importante e sta a cuore a tutti. Proprio per chiarire gli adempimenti necessari all’organizzazione e alla buona riuscita degli eventi stiamo predisponendo un vademecum così da fornire un percorso chiaro a tutti coloro che devono fare delle richieste, sia per l’utilizzo del logo del Comune di Vittuone, sia per situazioni più complesse. Inoltre stiamo lavorando per trovare una sede a tutte le associazioni. Ci vorrà ancora un po’ di tempo, ma la maggior parte delle associazioni dovrebbe trovare una collocazione nella palazzina ex poliambulatorio di via Gramsci. Naturalmente ci sono associazioni che richiedono spazi maggiori e situazioni logistiche più particolari. Per queste ultime, la ricerca e/o la ristrutturazione di eventuali strutture già esistenti è oggetto di approfondito esame dell’amministrazione, con l’intenzione nel tempo di dare sistemazioni definitive. Una corretta collaborazione richiede altresì che i rapporti tra Comune e associazioni siano regolati da puntuali convenzioni e obblighi reciproci. Stiamo approntando con gli uffici competenti una verifica e mappatura delle scadenze, per permettere a tutti di continuare le attività con chiarezza e senza equivoci. Recentemente alcuni articoli di stampa, nonché interventi sui social, hanno dato spazio e rilievo ad una paventata “guerra” dell’amministrazione nei confronti delle associazioni. Nulla di più sbagliato. In questi due anni stiamo man mano affrontando molte situazioni lasciate in sospeso nel passato. Diverse convenzioni sono già state rinnovate, altre sono state indirizzate verso una soluzione, ma altre sono scadute prima ancora dell’arrivo di questa amministrazione. La mappatura di tutto ciò necessita di un esame approfondito, una ricognizione puntuale degli adempimenti da eseguire e rispettare da entrambe le parti. Certo maggior certezza circa le risposte che vengono sollecitate potrà anche essere data una volta che la palazzina di via Gramsci sarà agevole e disponibile e gli spazi destinati all’uso specifico. Nel frattempo occorre confrontarci sul patrimonio immobiliare esistente, verificarne l’agibilità per poter eventualmente mettere a disposizione delle associazioni spazi adeguati, ove possibile, per soddisfare le diverse esigenze. Il lavoro è lungo e non ci sottrarremo perché siamo convinti che le associazioni siano una vera ricchezza per una comunità e non possiamo che ringraziare le cittadine e i cittadini che mettono a disposizione il loro tempo ed energie gratuitamente, ma vogliamo che le stesse possano lavorare sul territorio in piena sicurezza e legittimità, sulla base di chiare regole sancite negli atti amministrativi e nel rispetto della normativa. Anche se a volte il percorso può apparire in salita, il confronto è sempre aperto e tale rimarrà nel rispetto dei reciproci ruoli e compiti.

Lascia un commento