Latest News
Latest News

Silvia Scurati (Lega) va giù pesante sul pasticcio accaduto a Corsico dell’appalto assegnato a una società collegata indirettamente a ramificazioni malavitosi. “Un inizio tra i peggiori quello della giunta Ventura che si ritrova un subappalto per il quale chiederò l’intervento della commissione antimafia di Regione Lombardia”. Caustica Scurati, consigliere regionale della Lega, in merito ad un subappalto affidato il mese scorso ad una società legata indirettamente ad alcune ramificazioni dell’ndrangheta. “A dispetto delle giustificazioni del Comune di Corsico e dello scaricabarile con la Prefettura di Milano -insiste Scurati– mi chiedo come sia stato possibile procedere comunque con l’assegnazione del subappalto.

Soprattutto in presenza di sospetti e viste le parentele scomode dell’imprenditore.” Scurati ha concluso promettendo ulteriori accertamenti tramite la commissione antimafia in Regione Lombardia, “perché la presenza della ‘ndrangheta in Lombardia continua ad essere non solo un fenomeno diffuso, ben radicato da oltre mezzo secolo, ma anche in continua e regolare ascesa. Così come emerge dalle ultime ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine. E peraltro la questione degli appalti ha comportato un aggravio di spesa per gli enti locali in quanto costretti a rifare le procedure di gara o ricorrere al Tar per ottenere la revoca delle assegnazioni”.

Lascia un commento