Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

La raccolta delle firme in cartaceo per la campagna “Welcoming Europe”, un’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei, importante strumento di democrazia) si sta concludendo in questi giorni. L’iniziativa è volta a invitare la Commissione europea a presentare un atto legislativo in materie di competenza, per dire, a voce alta che salvare vite non è reato; che si vogliono creare passaggi sicuri e che i diritti umani sono inviolabili. Il coordinamento dell’Est Ticino, che si è mobilitato per raccogliere le firme, in questa nota che ricevo e pubblico spiega le ragioni della proposta. “Mai come in questo momento in Italia e in Europa c’è bisogno di aprire una fase di riflessione su come affrontare il fenomeno migratorio e gestire al meglio l’arrivo di richiedenti asilo. E i semplici cittadini lo devono chiedere con forza, perché e necessario cambiare direzione. Ed è proprio per dare un contributo al dibattito che il coordinamento ha prodotto e distribuito in 2000 copie (ma si sta già procedendo ad una ristampa…) un dossier tematico dal titolo ‘Quaderni per pensare – Migrazioni e Europa’. 
Il dossier è scaricabile all’indirizzo: http://win.ecoistitutoticino.org/documentazione/CP/Quaderni_per_pensare_1.pdf.  Negli scorsi mesi il coordinamento della campagna ha già raccolto oltre 1.200 firme, risultato lontano dall’obiettivo prefissato delle 5.000 firme, evidentemente troppo ambizioso, ma comunque di rilievo, dato che, in proporzione alla popolazione del territorio dell’Est Ticino, corrisponderebbe ad una raccolta firme su base nazionale di 220.000 firme, molto oltre l’obiettivo minimo delle 54.750 necessarie per rendere l’ICE valida in Italia. E la campagna prosegue con la raccolta firme online (bastano la carta di identità o il passaporto): la firma entro il 14 febbraio su www.welcomingeurope.it. E se si ha già firmato sarebbe importante diffondere il messaggio e invitare i propri amici a firmare. Per adesioni e informazioni sulla campagna a livello locale: cell. 3486502703, welcomingeuropeestticino@gmail.com. Ulteriori informazioni sulla campagna sono disponibili all’indirizzo: http://www.welcomingeurope.it”.

Lascia un commento