Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Il capogruppo leghista non ci sta alle accuse di Monica Gibillini sull’istituzione dello streaming e replica piccato. “Stupisce leggere certe dichiarazioni da parte del consigliere Monica Gibillini sulla trasmissione dei consigli comunali in streaming. Quando lei era sindaco, nel febbraio 2011, la Lega, all’epoca in opposizione, presentò una mozione identica per chiedere, appunto, l’attivazione dello streaming per le sedute consiliari. Il documento fu approvato da tutta la maggioranza ma sindaco e giunta non rispettarono l’impegno preso. Come mai? Non si dica che non c’è stato tempo visto che il mandato di Gibillini finì anticipatamente nell’autunno 2012, quasi due anni dopo la presentazione della mozione. Tra l’altro, nel consiglio comunale del 29 settembre 2011 (ci sono le registrazioni) fu proprio Gibillini a esprimere perplessità adducendo possibili problemi di privacy e lasciando intendere che preferiva la registrazione audio. Quindi, se c’è qualcuno che non è d’accordo con se stesso non è certo la Lega. 
Anche perché nessuno ha detto che siamo contrari alla trasmissione in streaming delle sedute, semplicemente non l’abbiamo messa tra le priorità più urgenti perché c’è una serie di valutazioni da fare legate alla gestione e ai costi. Spiace constatare che anche Monica Gibillini, come del resto altri colleghi di minoranza, solo ora che non è più al governo del paese si sia riscoperta così attiva e abbia trovato la soluzione ai problemi che non ha saputo risolvere durante il suo mandato”.

Lascia un commento