Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Anche le piccole cose concorrono a rendere bello, piacevole e fruibile il paese, ma ci vuole la giusta attenzione che, purtroppo, spesso manca per sciatteria e trascuratezza. E in questo intervento della Lista civica, guidata da Ernesto Galli, che pubblico ne viene data una chiara dimostrazione degli effetti dell’incuria. Da qualche mese sul nostro territorio stanno sostituendo i vecchi lampioni con nuove lampade a Led. Nel caso (come da foto) hanno sostituito il vecchio palo in cemento con nuovo palo in acciaio zincato. Lo hanno posizionato nello stesso posto, in mezzo al marciapiede! Passavo di lì mentre stavano posando il nuovo palo e ho segnalato agli operatori che forse era il caso di mettere il nuovo palo in modo tale da non compromettere la viabilità e la sicurezza dei cittadini. La risposta degli operatori è stata “che gli era stato detto di fare così”. Ho telefonato all’assessore competente, segnalando l’intervento, che ha risposto dicendomi che non poteva venire subito ma sarebbe passato appena possibile.

Ho incontrato l’assessore in novembre (mentre assistevo a una commissione sul nuovo PgT) e ho chiesto perché hanno continuato a fare un lavoro che non va bene. La risposta è stata che la società che ha vinto la gara e segue i lavori (A2A) sistemerà tutto a breve. Nel frattempo passano i mesi e non vorremmo che diventi la stessa storia dei pezzi di ferro (fuori luogo e pericolosi oltre al resto) posizionati in piazza della gesa vegia che dovevano stare li qualche mese e invece sono ancora li. E’ il vero problema del nostro Paese, il controllo del territorio, dell’ambiente, della cosa pubblica. Passa il tempo, prima o poi qualcuno si sveglia e forse interverrà… tanto la gente non si ricorda. Intanto i ponti crollano, crollano case, i treni deragliano, i territori si allagano, i capannoni pieni di rifiuti bruciano… tutto a causa dell’incuria e della superficialità di chi deve controllare. E’ successo anche da noi qualche anno fa, alla ex Icoma e quel territorio, dietro il cimitero di San Pietro All’Olmo, è ancora lì abbandonato e in sfacelo, oltre al resto, come ben sappiamo. Qualcuno si ricorda?

Lascia un commento