Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News
Linda Colombo
La compagine amministrativa con la nomina della giunta si è messa al lavoro. L’entusiasmo e la voglia di fare del sindaco Linda Colombo e della sua squadra sono palpabili sin da questi primi giorni. Del resto la giunta non ha fatto in tempo a insediarsi che già ha deliberato l’adesione al bando regionale per implementare la videosorveglianza a dimostrazione che vuole operare. Non a caso il sindaco ha subito detto che “è una giunta scelta sulla base di competenze e voglia di lavorare, c’è tanto da fare e non c’è tempo da perdere. Dagli assessori, così come dagli uffici, pretenderò massimo impegno da subito. Ci sarà spazio anche per i giovani entrati in consiglio comunale, che affiancheranno gli assessori portando il loro contributo”.  Ma adesso c’è da impegnarsi molto e sodo per ridare ossigeno al paese che si è gradualmente estenuato nell’immobilismo in cui è precipitato nella passata legislatura.  E quel che deve essere chiaro ai nuovi amministratori è che non basti il programma per rilanciare Bareggio.
Sì, perché bisogna anzitutto far lavorare la macchina comunale a pieno regime senza sbavature e concessioni, altrimenti si condanneranno inesorabilmente al fallimento come è stato ampiamente certificato dall’amministrazione Lonati, la quale anziché introdurre innovazioni nell’apparato per spezzare il rassicurante tran tran e renderlo più efficiente e scattante ha confermato per prima cosa per un anno e mezzo i dirigenti, senza verificare alternative e nuovi scenari, con la conseguenza di segnare da subito un clamoroso autogoal che alla fine del mandato l’ha portata inevitabilmente all’umiliante sconfitta elettorale del 10 giugno. Un problema serio che le amministrazioni di qualunque colore siano non considerano per mancanza di contezza e per la pia illusione  che basti il programma e si affidano all’apparato. Risultato? Navigazione a vista sino al naufragio finale. Insomma prima ancora di iniziare e fare esperienza hanno già perso la partita. Le idee, il programma, le proposte sono impotenti se la macchina comunale non viene rigenerata e guidata con idee chiare e polso fermo dagli amministratori con tempi e modalità che vanno rispettati e verificati puntualmente. Non c’è esperienza che valga se non si incomincia a fare il tagliando alla macchina amministrativa, altrimenti la storia, come disse qualcuno, si ripete, ma in farsa. I nuovi amministratori ne facciano tesoro se vogliono riportare Bareggio ai fasti promessi…

Lascia un commento