Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

“Sedriano è un paese dove sono oramai scarse le occasioni per l’aggregazione popolare, in sostanza un paese morto dal punto di vista delle attività ricreative pubbliche”. A sostenerlo è Danilo Patané (Forza Italia) che in questa nota che ricevo e pubblico ne dà conto. Infatti le uniche iniziative di rilievo vengono organizzate da parte dell’associazionismo sportivo verso il quale l’amministrazione ed il sindaco in particolare è sempre pronto a “metterci il cappello” prendendosi la ribalta e in qualche caso anche rivendicando meriti che non ha. Guardate qui sotto con quale “pompa magna” si presentava il programma delle feste per l’anno 2018; ben 10 iniziative che si riducono a nove nel febbraio 2018 per poi diventare 5 in aprile 2018 e forse anche meno ora della fine dell’anno, visto che la responsabile del commercio e tempo libero ha dato le dimissioni e che i suoi uffici verranno svolti dal segretario comunale part time.
Ancora non riusciamo a comprendere i motivi che hanno estromesso ed espulso la Pro Loco e Sedrianasco dalle attività organizzative di eventi di aggregazione, che nel recente passato anche in presenza dei commissari in comune, venivano effettuati apprezzati e vissuti con molta partecipazione e gradimento dai cittadini. Con poco più di dieci/dodicimila euro di soldi pubblici la convenzione con Proloco alla quale si affiancava anche Sedrianasco, cioè i commercianti di Sedriano, riusciva ad organizzare un intero ciclo di feste, senza andare in giro per il paese a far opera di “convincimento”  sui commercianti per sottoscrivere una sponsorizzazione e quindi riuscire a far quadrare i conti. Saremo attenti osservatori delle modalità organizzative che l’amministrazione autorizzerà per le feste ancora non cancellate dal suo fantasmagorico calendario.

Lascia un commento