Latest News

Posts 3 Column Slider

Latest News

Le liste civiche Voi con noi e In volo replicano duramente alle esternazioni dell’assessore al bilancio Marco Gibillini che, a loro giudizio, che dopo cinque anni di assessorato dimostra di non essere in grado di gestire somme e sottrazioni. E in questa nota che ricevo e pubblico bacchettano duramente l’amministrazione Lonati.
Le liste civiche Voi con noi e In volo non raccontano bugie. Non manipoliamo la realtà riferendo qualcosa di diverso per proprie convenienze politiche elettorali. Con spirito di servizio abbiamo scelto di impegnarci per la comunità e contribuire a migliorare il nostro paese e l’amministrazione comunale. Intento che in ogni occasione è impedito da Io amo Bareggio, Partito democratico, sindaco Lonati e chi lo sostiene. Per ogni argomento facciamo osservazioni e proposte sensate che puntualmente sono ignorate, denigrate. Chi amministra una comunità dovrebbe avere volontà e capacità di ascoltare chi ha proposte. Soprattutto quando questi, come noi, rappresentano una parte apprezzabile della comunità.
La conduzione assurda del sindaco Lonati, Io amo Bareggio, Partito democratico, è invece quella di chi ha la presunzione d’essere il primo della classe e con prepotenza impone a tutti le sue poco chiare decisioni, che nei fatti si rivelano dannose per la comunità. E pensare che dovevano essere i promotori della partecipazione. Che l’amministrazione Lonati, in cinque anni ha accumulato avanzi di gestione per 7.000.000 di euro è la verità. Infatti, se ai 5.700.000 euro iscritti nel documento che questi signori hanno presentato e voteranno lunedì 23 in consiglio comunale, si aggiungono le estinzioni dei mutui che hanno dovuto fare per mascherare una quota degli avanzi, si raggiunge l’importo di circa 7.000.000. La matematica non è un’opinione come crede qualcuno. 1.400.000 euro è la media annuale degli avanzi accumulati. Risorse tolte dalle tasche dei cittadini cadute negli avanzi, perse per la comunità. Bugie e falsità le raccontano Lonati e combriccola. Per “convenienza politica” raccontano una situazione diversa. Cercano in ogni modo di screditare chi non è con loro, di costruire un’immagine negativa degli altri. 

Anche per altri importanti argomenti che sempre riguardano le nostre tasche non la raccontano giusta. Secondo le nostre verifiche fatte su alcune utenze, la Tari nei cinque anni trascorsi non è diminuita. Emerge che le famiglie verificate hanno pagato più di quanto dovevano.  

Il tasso di riferimento dei finanziamenti ha da qualche tempo valori negativi, sotto lo zero, oggi è -0,20%. Noi ci domandiamo come sia possibile prevedere nell’appalto di sostituzione dei corpi illuminanti stradali, una remunerazione dell’onere finanziario superiore al 6% per un importo pari a 719.516,84 euro per un lavoro di  1.494.000 euro. Si tratta di una vera follia.

Per la scuola elementare di San Martino si ostinano a intervenire per lotti, senza aver elaborato un progetto generale organico di ristrutturazione, che avrebbe mostrato la convenienza a demolire il fabbricato per costruire una nuova scuola moderna adatta alle esigenze attuali nelle aree libere del plesso scolastico. Alla fine si spenderà di più per avere qualcosa di vecchio.

Anziché screditare ingiustamente e offendere, farebbero bene a prendere in considerazione le nostre osservazioni e mettere sul tavolo i loro conti. Confrontarsi però è una cosa che non sanno fare. L’augurio di tutti è che tra un paio di mesi, dopo le elezioni, ci sia una nuova amministrazione diversa dall’attuale. Un’amministrazione capace di tenere conto delle colpe del sindaco Lonati e della sua combriccola per amministrare con saggezza nell’interesse di tutti.

Lascia un commento