Latest News
Latest News
Enrico Montani

Ma è proprio la scelta più azzeccata della giunta Lonati portare in consiglio comunale il bilancio 2018 all’antivigilia di Natale? Se lo chiede Enrico Montani (Voi con noi) che peraltro significa per gli attuali amministratori una gestione per soli quattro mesi. Sì, perché le elezioni del nuovo sindaco e di rinnovo del consiglio comunale saranno finalmente convocate per maggio 2018. “Dal 2013 a questa parte -attacca Montani-, in questi quasi cinque anni trascorsi, con la loro gestione, tutto ciò che sono riusciti a creare è solo il diffuso scontento dell’intera comunità.  Progetti importanti e sensati non ne abbiamo visti. Hanno anche dato dimostrazione d’avere difficoltà nella gestione dell’ordinario. Non a caso, anche quest’anno, per la parte di spesa corrente del bilancio, hanno dato origine a un avanzo di circa 300.000 euro. Un risultato veramente assurdo. Nemmeno per la parte corrente, quella ordinaria, hanno dato risultati normali, accettabili.

È mancato l’essenziale, che purtroppo per tutti noi non è nelle doti dell’amministrazione Lonati: la capacità progettuale, quella intellettiva di programmare e organizzare. E pensare che l’organizzazione comunale fa capo proprio al sindaco. In questi anni di sua presenza a capo del municipio nessuno, dipendenti e cittadini, ha percepito il benché minimo segnale di cambiamento, miglioramento della realtà organizzativa. Anzi la sua presenza ha peggiorato la situazione”. Insomma -a sentire Montani– per l’amministrazione Lonati sono stati cinque anni inconcludenti. Inesistenti. Insignificanti per la comunità. “A meno di sei mesi dalla scadenza del mandato -puntualizza Montani– tentano di rifarsi una reputazione. Cercano di ‘rifarsi la faccia’ presentando un bilancio che tra l’altro prevede cose insensate, che qualcun altro dovrà gestire e si spera cancellare dalla programmazione. Progetti che gran parte della comunità non condivide. E pensare che la partecipazione per loro avrebbe dovuto essere un punto qualificante che naturalmente come tutto il resto è stato disatteso.

Il messaggio che ora cercano di trasmettere, di diffondere, è che loro faranno. Tutti noi, alla guida della nostra comunità, vogliamo persone che si prendono impegni e poi li onorano. Fanno quello che dicono di fare. Non gente come Lonati -conclude Montani– che per anni ha saputo criticare tutti e quando ha avuto l’occasione di dimostrare le sue qualità ha dato risultati nettamente negativi deludendo tutti giocando a fare il sindaco.

Alla guida del municipio vogliamo gente che fa. Basta gente che dice di fare e non fa nulla e quel poco che fa lo fa male creando scontento. L’ultimo bilancio di Lonati, come tutti i precedenti, è proprio ancora questo, dice di fare ma non farà. Adesso e per nostra fortuna per l’ultima volta”.

Lascia un commento