Latest News
Latest News
Danilo Patané
Ricevo e pubblico questa nota del coordinatore azzurro Danilo Patané sull’assoluzione definitiva dell’ex sindaco Alfredo Celeste e del dottor Marco Scalambra.
Assoluzioni passate in giudicato, termine tecnico con il quale sono stati certificati innocenti gli amici Celeste Alfredo e Marco Scalambra, sottoposti al severissimo giudizio del Tribunale di Milano. Una boccata di fiducia nello Stato e nelle sue istituzioni, tuttavia rimangono gli strascichi e gli effetti collaterali che questa vicenda ha generato e che su alcuni ha lasciato un marchio, come un ripugnante tatuaggio nell’anima, un corpo estraneo che ha stravolto le molteplici situazioni politiche umane e professionali connesse. 
Chi potrà ripagare l’oltraggio a chi ha subito le urla belluine del tipo “porta le arance a tuo padre”, oppure “vai al sesto piano (sede della Procura) che ti stanno aspettando”, o ancora dell’insulto elettorale proferito da Di Maio a Sedriano “dove c’è la mafia… arrivano i  5stelle e sistemano tutto!!”. Per non parlare della ancor più grave vulgata introdotta ad arte da alcuni nelle scuole del paese, secondo la quale “in Comune ci sono stati i mafiosi”, con l’effetto di vedere distrutta la propria immagine al cospetto dei propri figli!?
A chi si potrebbe chiedere e quale dovrebbe essere il risarcimento?! Purtroppo non vi sarà alcun risarcimento, in quanto è interesse di molti che tutto passi nell’oblio del tempo. Qualcuno forse potrà cristianamente perdonare, ma di sicuro non dimenticare fatti e personaggi che hanno agito a proprio tornaconto politico o a vantaggio delle proprie carriere nelle pubbliche amministrazioni coinvolte.
Resistere alle dimissioni fu un atto di coraggio e di integrità, che venne interpretato come un gesto di sfida alle massime istituzioni statali, che reagirono schiacciando con protervia una amministrazione che meritava invece di essere giudicata dai cittadini, al termine del proprio mandato e non defenestrata in modo grottesco e ingiusto, scaricando su di essa colpe e responsabilità di malgoverno del tutto gratuite e infondate. Lo scioglimento per infiltrazione è e rimane un atto del tutto strumentale e coadiuvante la condanna degli ex imputati Celeste e Scalambra, cosa che le assoluzioni dimostrano come abnorme.
Il futuro politico di Sedriano non potrà prescindere da questo passato al quale mancano ancora molte operazioni-verità,  che faranno arrossire e sbiancare chi ha incassato indebitamente un consenso elettorale soprattutto presso gli elettori di centrodestra, i quali potranno tornare a credere in chi ha governato con vera competenza, onestà e legalità e non li ha mai ingannati.

Lascia un commento